LA MORTE NON HA SESSO

ITALIA - 1968
L'ispettore Franz Bulov è alle prese con l'"affare Schouermann" per una serie di delitti legati al traffico della droga. Ma l'uomo che gli deve dare decisive informazioni viene ucciso. Inoltre è molto geloso e preoccupato per la sua Liza, giovane e bella moglie, ex affiliata alla banda. Viene commesso un ennesimo delitto e Max Lindt, un killer pagato da Schouermann, perde una sua moneta portafortuna che permette all'ispettore di identificarlo. Mentre questi si reca ad arrestarlo, nota sua moglie alla guida di una potente macchina, accentuando così i sospetti nei suoi confronti. In un impeto d'odio incarica il killer di ucciderla in cambio della libertà. Ma quando si accorge che Max non è stato ai patti e che Liza gli si è concessa, ormai deciso a venire a capo della intricata faccenda, lascia un rapporto dettagliato ai suoi superiori e passa decisamente all'azione per smascherare l'intera rete di contrabbandieri. Bulov incontra Max, ma il sicario, più svelto, lo uccide finendo però a sua volta sotto i colpi degli agenti sopraggiunti nel frattempo. Sulla base del rapporto Bulov, la polizia arresta non solo Schouermann, ma anche la sua amante Liza.

CAST

NOTE

TITOLO TEDESCO: DAS GEHEIMNIS DER JUNGEN WITWEN.
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy