LA LETTERA D'AMORE

THE LOVE LETTER

USA - 1999
LA LETTERA D'AMORE
Una tranquilla cittadina americana viene sconvolta dall'arrivo di una lettera d'amore. Chi l'avrà scritta? E a chi è destinata? La missiva, passando di mano in mano, ha un effetto quasi magico sulla comunità. Alcuni cittadini cominciano infatti a guardarsi con rinnovato interesse.

TRAMA LUNGA
Loblolly by the Sea, tranquilla cittadina del New England. Nella libreria che gestisce, Helen MacFarquar si vede recapitare una lettera. La apre: è una lettera d' amore appassionata, sensuale ma anonima. Attratta e incuriosita, Helen, che ora vive sola con una figlia, cerca di capire chi possa averla spedita, e in cuor suo spera di essere lei la destinataria. Helen si confida con Janet, la sua migliore amica, e poi inevitabilmente comincia a guardare con attenzione alcuni uomini con cui viene a contatto: in primo luogo George, innamorato di lei dagli anni del liceo ed ora quasi incredulo nel constatare una certa attenzione da parte della donna; e poi Johnny, giovane studente che accetta di lavorare nella libreria per il periodo estivo. La lettera passa di mano in mano, e ciascuno fa un'ipotesi diversa. Equivoci sentimentali si intrecciano senza sosta, prima che l'enigma venga risolto: Lilian, madre di Helen, confida alla figlia che la lettera l'aveva scritta lei, tanti anni prima ad una donna di cui pensava di essersi invaghita.
  • Durata: 87'
  • Colore: C
  • Genere: COMMEDIA
  • Tratto da: TRATTO DAL RACCONTO OMONIMO DI CATHLEEN SCHINE
  • Produzione: KATE CAPSHAW, SARAH PILLSBURY, MIDGE SANFORD PER EASTMAN FILM - DREAMWORKS SKG - SANFORD/PILLSBURY PRODUCTIONS
  • Distribuzione: DREAMWORKS PICTURES - DREAMWORKS ENTERTAINMENT

CRITICA

"(...) Fatica a condividere la sua curiosità lo spettatore, il quale, a un certo punto, vorrebbe rispedire al mittente questa lettera d'amore per cuori solitari in crisi d'astinenza da fotoromanzo, fatta di equivoci e malintesi di scarso interesse. Portando piattamente sullo schermo il romanzo di Cathleen Schine, il regista hongkonghese Peter Ho-Sun Chan firma il suo primo film americano". (Roberto Nepoti, 'la Repubblica', 22 novembre 1999)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy