La guerra segreta

ITALIA - 1965
Un ufficiale russo, fuggito da Berlino Est, chiede al posto di guardia americano di poter parlare con la massima urgenza con il generale Bruce, capo del servizio informazioni. Gli indugi frapposti dai subalterni del comando sono fatali per il fuggiasco. Egli è ucciso da alcuni sicari, ma riesce tuttavia a lasciare un messaggio che indirizza le ricerche del generale Bruce a Parigi. Qui si scoprono le prove che nel Mar Rosso è stato approntato un congegno sottomarino destinato a distruggere due sommergibili atomici americani colà diretti. Poche ore mancano all'appuntamento e a Gibuti, per sventare il complotto, viene inviato un agente del controspionaggio francese il quale riesce a mettere fuori combattimento la base segreta sovietica. Ma c'è ancora un colpo da parare; il progettato rapimento in Italia di uno scienziato atomico americano da parte di agenti russi, i quali, intendono utilizzare per il loro scopo un "professionista" del rapimento. Costui, da Bruce, viene sostituito con un ufficiale del Servizio Informazioni Italiano, il quale, dopo numerose peripezie, riuscirà a porre in salvo lo scienziato ed a provocare l'arresto del gruppo di spie russe, al soldo dello spionaggio cinese.

CAST

CRITICA

"Al film, che sviluppa un racconto unico (sia pur intricato e fin troppo ricco di variazioni e risvolti) hanno posto mano tre registi, ciascuno dei quali ha narrato press'a poco un terzo della vicenda. Ne risulta inevitabilmente un netto divario di tono, che passa dalla serrata drammaticità della prima parte, alla sorridente paradossalità della seconda, alla vivacità un po' sciatta della terza; tuttavia nel suo insieme non manca di qualità spettacolari e di interesse." ('Segnalazioni Cinematografiche', vol. 59, 1966)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy