LA FORNARINA

ITALIA - 1942
LA FORNARINA
Il film è ambientato nella Roma del Rinascimento dove Raffaello con la sua arte sublime è al centro della vita artistica, Egli fa la conoscenza di una giovane popolana chiamata "La fornarina" e colpito dalla grazia dei suoi lineamenti e dalla perfezione del suo corpo, le chiede di posare per lui e quindi se ne innamora pazzamente, corrisposto anche dalla ragazza la quale convive con il pittore. Ma una dama dell'aristocrazia, gelosa della popolana, ordisce una congiura e la fa rapire. Raffaello fa di tutto per rintracciare la Fornarina ma quando egli la ritroverà la sua salute, già assai cagionevole, è talmente scossa che dopo poca muore.
  • Durata: 96'
  • Genere: STORICO
  • Tratto da: TRATTO DAL ROMANZO DI TULLO GRAMANTIERI ISPIRATO AD UNA "VISIONE" DI SEM BENELLI
  • Produzione: EIA MEDITERRANEA
  • Distribuzione: EIA

NOTE

IL FILM E' STATO GIRATO A CINECITTA'.

CRITICA

" [...] il film strutturalmente si riallaccia ai vecchi romanzi d'appendice, bolsi di complicazioni episodiche, ampollosità dialettale, vieti artifizi [...] esteticamente, pur se talune sequenze risultano fastidiose per le scenografie piuttosto coreografiche [...] artisticamente, anche se esiste qualche intenzione culturale nella presentazione dei capolavori dell'Urbinate, troppo sfacciatamente tenta suscitare la morbosa curiosità del pubblico [...] presentando la protagonista in primo piano inverecondo [...]". (M. Meneghini, "L'Osservatore Romano", del 18/10/1944).
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy