LA DONNA PERDUTA

ITALIA - 1941
Dalla omonima operetta del Maestro Pietri. La ex cameriera di una nobile famiglia di provincia ritorna nel paesotto dopo essere divenuta una celebre cantante di arte varia. Il fidanzato della figliuola dei nobili del luogo, preso dalle grazie della canzonettista, la segue in città. La sua fidanzata, di notte tempo, accompagnata dal fedele cameriere - che a sua volta fu fidanzato con la canterina quando era cameriera - corre dietro ai due. La famiglia, quando scopre la fuga, insegue anch'essa i fuggitivi. Dopo una serie di contrattempi, di equivoci e di episodi comici, tutto si conchiude nel modo migliore: la contessina riconquista l'affetto del proprio fidanzato e il cameriere l'interessamento della artista.

CAST

NOTE

MUSICA ADATTATA E DIRETTA: UGO GIACOMOZZI
DIRETTORE DI PRODUZIONE: CELESTINO CAIRELLA
L'ATTORE DEL "MUTO" ALBERTO CAPOZZI APPARE IN QUESTO FILM CON IL NOME POSTICCIO DI UGO LANDI
LA CONSULENZA PER LA TRASPOSIZIONE CINEMATOGRAFICA DELL'OPERETTA è DI GUIDO RICCIOLI. CANTANO ELISA GATTI PORCINAI E ARTURO FERRARA

CRITICA

"(...) Tutto, naturalmente finisce per il meglio, in questa vicenda un po' sentimentale e un po' farsesca nella quale c'è un poco di Nanà e un poco di Nonna Speranza. I costumi e gli ambienti sono della seconda metà dell'800 e sono indovinatissimi (...) Tutti gli altri si fanno onore, dalla Parvo al Campanini (...)". (Vice, "Il Messaggero" 20/3/1941)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy