La caduta dell'Impero romano

The Fall of the Roman Empire

SPAGNA - 1964
La caduta dell'Impero romano
Marco Aurelio, insieme con gli alleati di Roma, fronteggia ormai da vari anni le irrequiete popolazioni del nord. Tra i più potenti amici di Roma c'è il re d'Armenia, che chiede ed ottiene la mano di Lucilla, figlia dell'imperatore. Durante una battaglia contro i barbari, Livio, ufficiale romano di cui è innamorata Lucilla, salva la vita di Commodo, il quale succede al padre Marco Aurelio dopo la morte violenta di quest'ultimo. Ben presto, le divergenze tra Livio e Commodo spingono il nuovo imperatore ad esiliare il valoroso soldato, che verrà richiamato dall'imperatore solo quando la sollevazione dei popoli d'Oriente assumerà proporzioni paurose. Nello scontro tra romani e barbari il re d'Armenia muore e Lucilla torna a Roma a fianco di Livio. Questi si ribella apertamente alle crudeli disposizioni dell'imperatore e Commodo, ricorrendo al denaro, sobilla l'esercito. Imprigionato insieme con Lucilla, a Livio rimane una sola possibilità di salvezza: battere l'imperatore in un duello. Così avviene e Livio, rifiutato l'impero che gli è offerto dai soldati, con la donna che ama abbandona Roma, ch'egli considera irrimediabilmente corrotta.
  • Durata: 185'
  • Colore: C
  • Genere: STORICO
  • Specifiche tecniche: ULTRAPANAVISION, TECHNICOLOR
  • Produzione: SAMUEL BRONSTON, MICHAEL WASZYNSKI, JAIME PRADES PER SAMUEL BRONSTON PRODUCTIONS, THE RANK ORGANISATION
  • Distribuzione: RANK - RICORDI VIDEO, BMG VIDEO (PARADE)

NOTE

- GOLDEN GLOBE 1965 PER LA MIGLIORE COLONNA SONORA.

CRITICA

"Ultimo, in ordine di tempo, dei kolossal hollywoodiani sulla storia di Roma, si segnala per grandiosità e spettacolarità della vicenda." ('Famiglia tv')

"Questo superkolossal girato in Spagna vanta il primato delle più imponenti costruzioni scenografiche realizzate per il film." ('Tv Radiocorriere')

"Nonostante le firme illustri, la sceneggiatura i dialoghi sono tremendi, tali da rovinare anche attori egregi, come Guinness e Plummer. Qualche efficace scena d'azione, ma il film è pesante, prolisso, inattendibile." (Laura e Morando Morandini, 'Telesette').
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy