L'urlo dei giganti

ITALIA, SPAGNA - 1968
Nel luglio 1943, all'indomani del fallito attentato a Hitler, quattro ufficiali americani, comandati dal maggiore Heston, vengono paracadutati nella zona di Passo Zelle, presidiata dalle truppe del generale von Gruber. Tra loro c'è il maggiore Traniger, un tedesco antinazista deciso, per il bene del suo paese, a favorire la sconfitta del regime. Dopo che, in seguito all'esplosione dell'aereo che li trasportava, si è unito loro il tenente pilota Robert Mills, essi riescono a liberare alcuni alti ufficiali tedeschi, arrestati in seguito al complotto antihitleriano. Subito dopo, seguendo le istruzioni, Traniger si stacca dal gruppo per raggiungere la residenza di Rommel e rivelargli un piano per lasciare la Germania: ma il generale rifiuta. Caduto nelle mani dei tedeschi, Mills rivela involontariamente, la partecipazione di Rommel all'attentato contro Hitler, provocando la fine del generale. Intanto Heston e gli altri, seguendo la via del ritorno verso le linee alleate, giungono a Forte Kesselberg, ne distruggono la guarnigione e si installano in una munita casamatta. Il generale von Gruber, ubbidendo agli ordini - che ritiene sbagliati - dei suoi superiori, muove all'attacco dello sparuto commando americano, facendo, in questo modo, il gioco del nemico. Infatti mentre Heston e i suoi, validamente aiutati dal maggiore Traniger, infliggono una pesante sconfitta ai tedeschi, le truppe statunitensi passano vittoriosamente all'attacco nella zona, incautamente sguarnita, del Passo Zelle. Purtroppo Heston è il solo, del suo gruppo, a sopravvivere all'azione.

CAST

NOTE

L'ATTORE GIUSEPPE ADDOBBATI E' STATO ACCREDITATO COME JOHN DOUGLAS.

CRITICA

"La vicenda alquanto romanzesca, ricalcando i modelli del genere, risulta sostanzialmente convenzionale e poco convincente". (Segnalazioni Cinematografiche, vol. 47, 1969)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy