L'UOMO DAL GUANTO GRIGIO

ITALIA - 1948
Un celebre quadro di Antonello da Messina, "l'uomo dal guanto grigio", è stato affidato ad un vecchio restauratore. Quando, successivamente, il quadro viene ritirato dallo studio del restauratore ed esposto, il critico d'arte Drago scopre che non si tratta dell'originale, ma di una copia. Una giovane pittrice, Anna, dichiara che la copia è opera sua: l'ha fatta per incarico del vecchio restauratore. La polizia va per interrogare costui, ma si trova di fronte ad un cadavere e giudica si tratti di suicidio. Recatosi nello studio del vecchio pittore, alla ricerca del quadro originale, Anna vi trova il nuovo inquilino, un giovane tenore. Da questo incontro nasce l'amore, che desta la gelosia di Max, amico d'Anna. Una notte Max si reca nello studio, sempre in cerca del famoso dipinto: la mattina dopo lo si trova morto. E' stato ucciso con un pugnale, che Drago ha regalato ad Anna. La polizia sospetta che Anna ed il tenore siano responsabili dell'assassinio. Anna ha scoperto che nello studio del restauratore manca uno specchio: essa ritiene che il dipinto sia stato nascosto dietro lo specchio e va a dirlo a Drago. Di fronte a lei Drago non riesce a mentire: è lui l'autore del furto e degli assassinii. E' un pazzo criminale, che ricorre al delitto, per impadronirsi dei tesori d'arte. Egli strangolerebbe Anna, se la polizia, abbattendo il pazzo a revolverate, non le salvasse la vita.
  • Colore: B/N
  • Genere: POLIZIESCO
  • Produzione: MANENTI FILM
  • Distribuzione: MANENTI FILM
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy