L'UOMO CHE VISSE NEL FUTURO

THE TIME MACHINE

GRAN BRETAGNA - 1960
L'UOMO CHE VISSE NEL FUTURO
La sera del 31 dicembre 1899, George cena nella sua casa di Londra in compagnia di quattro amici: dopo cena illustra ai suoi ospiti la sua invenzione, che chiama "macchina del tempo", affermando che tale apparecchio gli permette di muoversi nel futuro. Gli amici si mostrano alquanto scettici di fronte alle spiegazioni di George. Rimasto solo, quest'ultimo prende posto nella macchina, spinge una leva, ed in breve... giunge nel 1917: la porta della sua casa è sbarrata con assi, e nella via, che ha subito profondi mutamenti, scorge un uomo che gli sembra Filby, mentre è il di lui figlio. George continua il suo fantastico viaggio: 1940, 1959, 1966... Quando si ferma, il quadrante segna la data del 23 novembre 802.701. Dove sorgeva la sua casa, un vero paradiso si presenta ai suoi occhi, ricco di alberi esotici, tra cui scorrono ruscelli gorgoglianti e si aggirano uomini e ragazze bellissime, di piccola statura, che negli atteggiamenti rivelano una grande apatia. Sono gli Eloi, che non pensano che a divertirsi e non mostrano alcun segno di emozione, neppure quando una delle ragazze, la graziosa Weena, sta per annegare. George salva Weena, e scopre che gli Eloi sono alle dipendenze dei Morlock, cannibali che vivono in vaste e profonde caverne, dove celebrano i loro festini, dei quali fanno le spese gli Eloi. George riesce a strappare gli Eloi alla loro incredibile apatia e col loro aiuto sconfigge i Morlock ed incendia le loro caverne. Prima che Weena possa raggiungerlo, George deve ricorrere alla sua macchina per sfuggire ai Morlock. Tornato al 5 gennaio 1900, George si ritrova a Londra nella sua sala da pranzo, dove lo attendono gli stessi amici, che sono stati suoi ospiti cinque giorni prima. Il racconto che George fa della sua fantastica avventura provoca ironici commenti da parte di tutti, eccettuato Filby. Quando questi torna più tardi da George, non lo trova: è già ripartito per raggiungere Weena e gli Eloi.
  • Durata: 102'
  • Colore: C
  • Genere: FANTASCIENZA, AVVENTURA
  • Specifiche tecniche: METROCOLOR
  • Tratto da: BASATO SUL ROMANZO DI HERBERT GEORGE WELLS
  • Produzione: MGM, GALAXY FILMS
  • Distribuzione: MGM - WARNER HOME VIDEO

NOTE

- OSCAR PER I MIGLIORI EFFETTI SPECIALI VISIVI (1960).
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy