L'UOMO CHE VIENE DA CANYON CITY

ODIO EN LA FRONTERA

ITALIA, SPAGNA - 1966
L'UOMO CHE VIENE DA CANYON CITY
Red e Carrancho, deportati per delitti comuni, sfuggono ai loro custodi e si dirigono ai confini del Messico, ove vengono ingaggiati, il primo come pistolero e il secondo come cuoco, da Morgan, proprietario di una miniera d'argento. I due, però, non tardano ad opporsi al loro padrone, che per il suo crudele dispotismo, nonché per i suoi precedenti delitti, è inviso tanto ai peones del luogo, quanto ai propri familiari. Carrancho, dopo aver inutilmente denunciato al commissario governativo i sistemi schiavistici di Morgan, si dà alla macchia e organizza la rivolta dei peones. Red, con il quale Viviane, la moglie del tiranno, è in familiarità, approfitta della propria posizione per intervenire a favore degli armati di Carrancho. In un primo momento Red cade nelle mani degli uomini rimasti fedeli a Morgan e viene ferocemente torturato; poi ripresosi, al momento opportuno, riesce a dare man forte ai rivoltosi, travolgendo Morgan e tutti i suoi accoliti. Accolto in trionfo, Red riesce ad obbligare il riluttante Carrancho a distribuire ai peones del villaggio liberato, il tesoro catturato agli avversari.
  • Durata: 86'
  • Colore: C
  • Genere: WESTERN
  • Specifiche tecniche: CROMOSCOPE EASTMANCOLOR
  • Produzione: PRODUZIONE CIN.CAS BALCAZAR (BARCELLONA) ADELPIA COMPAGNIA CIN.CA (ROMA) (1965)
  • Distribuzione: INTERFILM
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy