L'uomo che sapeva troppo

The Man Who Knew Too Much

USA - 1956
L'uomo che sapeva troppo
In vacanza in Marocco i coniugi McKenna assistono ad un omicidio: un turista viene ucciso e Ben McKenna, che è un dottore, tenta di soccorrerlo. Prima di morire l'uomo gli confida che verrà presto commesso un attentato a Londra. L'uomo va alla polizia, ma per impedirgli di parlare, qualcuno gli rapisce il figlioletto...
  • Altri titoli:
    El hombre que sabía demasiado
    L'homme qui en savait trop
    Alfred Hitchcock's The Man Who Knew Too Much
    Der Mann, der zuviel wußte
    Der Mann, der zuviel wusste
  • Durata: 119'
  • Colore: C
  • Genere: DRAMMATICO
  • Specifiche tecniche: VISTAVISION: MOTION PICTURE HIGH-FIDELITY, 35 MM (1:1.85) - TECHNICOLOR
  • Tratto da: dal soggetto di Charles Bemmett e D.B. Wyndham Lewis per il film omonimo del 1936
  • Produzione: ALFRED HITCHOCK (NON ACCREDITATO) PER FILWITE PRODUCTIONS, INC., PARAMOUNT PICTURES
  • Distribuzione: PARAMOUNT - CIC VIDEO - BLU-RAY: UNIVERSAL PICTURES HOME ENTERTAINMENT (2012); DVD E BLU-RAY (HITCHCOCK BOXSET): UNIVERSAL PICTURES HOME ENTERTAINMENT (2013)

NOTE

- REMAKE DEL FILM OMONIMO DI ALFRED HITCHCOCK DEL 1934.

- OSCAR 1956 PER LA MIGLIOR CANZONE.

CRITICA

"Rifacimento di un film del 1934, sempre con la regia di Hitchcock, è un 'suspence' ad alta tensione che culmina con il colpo di cembali nella straordinaria sequenza del concerto all'Albert Hall. Scene d'antologia. Ottimi interpreti." (Laura e Morando Morandini, Telesette)

"Superclassico di Hitchcock, rifacimento di un suo vecchio film inglese che portava lo stesso titolo. Il maestro inglese ha fatto di meglio, ma la sequenza del fallito attentato (con il colpo di cembali, segnale per lo sparo fatidico) vale da sola la visione di tutto il film." (Francesco Mininni, Magazine italiano tv)

"Il racconto è slegato, gli espedienti usati per ottenere una tensione drammatica sono alquanto artificiosi e riescono poco convincenti. L'interpretazione peraltro è efficace." (Segnalazioni Cinematografiche, vol.40, 1956)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy