L'ULTIMO SAPORE DELL'ARIA

ITALIA - 1978
Diego Micheli; sedicenne tartassato a scuola e incompreso in famiglia ove la signora Maria deve trascurarlo per dedicarsi ai fratellastri e al patrigno, fugge da casa e, dopo una infelice esperienza presso un garage, trova lavoro presso lo "Sporting club". Appassionato di nuoto, Diego di notte, cerca di fare da solo quegli esercizi che di giorno vede fare dagli allievi. Mentre il custode Giovanni brontola per l'aiuto che non gli viene dato da Diego, l'allenatore Marco si interessa al giovane sino a divenirne un amico sincero e un padre assennato. Messo in squadra, il Micheli batte il campioncino precedente, un presuntuoso Lori; ma accusa improvvisi malori. I medici diagnosticano una malattia mortale. Marco e sua figlia Carla si prodigano intorno a quello che è divenuto il terzo membro della famiglia. Vinti i campionati juniores, Diego dovrebbe prendere parte ai campionati europei della propria categoria in programma ad Amsterdam. Marco capisce che il ragazzo è l'ultima cosa che può gustare in una vita che gli sfugge; lo allena in campagna; lo porta in Olanda. Diego, nel corso della gara dei 400 metri s.l. stabilisce il record europeo sui 200 m; quindi si accascia e giunge moribondo al termine della gara, spirando tra le braccia di Carla.
  • Durata: 105'
  • Colore: C
  • Genere: DRAMMATICO
  • Specifiche tecniche: SCOPE - COLORE
  • Produzione: TRITONE
  • Distribuzione: CIDIF
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy