L'ULTIMO CACCIATORE

ITALIA - 1980
Il Cap. Harry Morris, nel corso di una licenza, si trova in un bordello di Saigon insieme all'amico Steve e al soldato di colore George Washington, detto Wash. Steve è disperato per la scomparsa di Carol, la ragazza della quale è innamorato e con la quale ha vissuto le giornate di rivolta studentesca nel '68. Impazzito e ubriaco, Steve uccide un uomo, poi, messasi la pistola in bocca, si suicida. Morris, a sua volta sconvolto, accetta una missione pressoché suicida e parte per una missione speciale che consiste nel penetrare in territorio nemico, individuare la stazione radiofonica dalla quale una sconosciuta americana mina gli animi dei soldati americani e farla saltare. Il capitano si trova costretto ad accettare la compagnia di Jane Foster, una fotoreporter che anche nei momenti più terribili non rinuncia a scattare fotografie. I due ed i soldati che li accompagnano riescono a raggiungere l'isolata base del maggiore Cash, un pazzoide che è solito costringere i suoi soldati ad andare a raccogliere cocchi sotto gli occhi dei "Charliès". Quando la base di Cash viene assalita e distrutta dai Vietnamiti, Morris e la Foster cadono prigionieri degli stessi. Il capitano farebbe una brutta morte se non lo soccorresse la giornalista; ma, in tale circostanza, i due individuano la base radiofonica e Morris scopre che la voce traditrice è quella di Carol. Costretto ad uccidere la ragazza, distrugge la base. Poi, quando giungono gli elicotteri salvatori, lascia che Jane se ne torni a casa e lui, strappata la piastrina, diserta.

CAST

2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy