L'ULTIMA CENA

ITALIA - 1948
L'ULTIMA CENA
Per incarico dei frati di Santa Maria delle Grazie, Leonardo da Vinci deve decorare una parete del refettorio, dipingendo un'ultima cena. Mentre si tormenta nell'affannosa ricerca dei tipi adatti a raffigurare Gesù e Giuda, incontra un giorno il giovane Franco Del Mortaro, il cui nobile volto corrisponde alla immagine, che egli si fa del Salvatore. Mentre posa per lui, Franco gli rivela la sua pena: egli ama una fanciulla di umili natali. Isabella, ma quest'amore è avversato dai di lui parenti. Una sua zia convince Isabella a rinunciare a Franco: la fanciulla fugge in Svizzera ed entra in convento. Franco, disperato, fugge di casa coll'intento di recarsi in Spagna, ma a Genova è derubato del bagaglio e coinvolto in un delitto, viene ingiustamente accusato d'assassinio e condannato a lunga detenzione. Quando esce di prigione, dopo qualche tempo, ha perso la fede ed è abbrutito: associatosi ad un malvivente, si dà al brigantaggio e al furto. Leonardo lo vede una notte in una taverna e ritrae le sue sembianze alterate, che gli serviranno per il volto di Giuda. Saputolo, Franco corre il giorno dopo da Leonardo, per esigere da lui un alto prezzo. Nella discussione che segue, Franco si rivela involontariamente. Alle parole elevate di Leonardo, Franco si commuove e come risvegliandosi da un lungo sonno, grida la sua rinata fede.
  • Genere: STORICO
  • Produzione: FERRUCCIO CARAMELLI E GIORGIO VENTURINI PER ICET - ARTISTI ASSOCIATI
  • Distribuzione: ARTISTI ASSOCIATI

NOTE

TITOLO IN INGLESE: LAST SUPPER
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy