L'oro di Napoli

ITALIA - 1954
L'oro di Napoli
"Il guappo" - Don Saverio è vittima della prepotenza di Don Carmine, un ex-compagno di scuola che si è installato da dieci anni in casa sua e fa da padrone. Quando viene a sapere che il prepotente è mortalmente ammalato, Saverio lo caccia di casa. Ma la diagnosi era sbagliata e il guappo ritorna con intenti tutt'altro che benevoli. Però, vedendo che la famiglia è unita e decisa a non arrendersi, se ne va senza mettere in atto i suoi propositi.

"Pizze a credito" - Rosario, un pizzaiolo si accorge che sua moglie Sofia ha smarrito un prezioso anello. La donna gli fa credere di averlo perduto preparando le pizze, ma sa benissimo di averlo lasciato a casa dell'amante. Dopo molte ricerche, l'anello viene restituito da quest'ultimo che dice di averlo trovato in una pizza.

"I giocatori" - Un nobile, maniaco del gioco delle carte, costringe Gennarino, il figlio del portiere, a giocare con lui, ma il ragazzino vince tutte le partite, provocando scoppi di collera nel conte.

"Teresa" - Nicola con la sua indifferenza ha provocato il suicidio di una ragazza innamorata di lui. Per espiare sposa Teresa, una prostituta, alla quale la sera delle nozze rivela che la considererà moglie soltanto di fronte alla gente. Teresa, umiliata e adirata, fugge per tornare nella casa di tolleranza, ma, dopo alcuni momenti di indecisione, torna indietro e accetta la nuova situazione.

"Il professore" - Don Ersilio, venditore di saggezza, insegna agli abitanti del quartiere a liberarsi dell'invadenza di un nobile per mezzo di un caratteristico "sfottò".

"Il funeralino" - Per le vie di Napoli sfila tristemente il funerale di un bambino, pianto da sua madre.
  • Episodi: Il guappo - Pizze a credito - I giocatori - Teresa - Il professore - Il funeralino
  • Altri titoli:
    Every Day's Holiday
    The Gold of Naples
    L'or de Naples
    Every Day's a Holiday
  • Durata: 118'
  • Colore: B/N
  • Genere: COMMEDIA, FILM A EPISODI
  • Tratto da: dai racconti di Giuseppe Marotta: "Trent'anni, diconsi trenta" ("Il guappo"); "Gente nel vicolo", "La morte a Napoli" ("Pizze a credito"); "I giocatori" ("I giocatori"); "Personaggi in busta chiusa" ("Teresa"); "Don Ersilio Miccio vendeva saggezza" ("Il professore")
  • Produzione: CARLO PONTI E DINO DE LAURENTIIS
  • Distribuzione: PARAMOUNT - DOMOVIDEO, RICORDI VIDEO, BMG VIDEO

NOTE

- L'EPISODIO "FUNERALINO" SU SOGGETTO ORIGINALE DI CESARE ZAVATTINI, GIRATO CON ATTORI NON PROFESSIONISTI AD ECCEZIONE DI TERESA DE VITA, VENNE TAGLIATO NEL MONTAGGIO DEFINITIVO.

- NELLA VERSIONE PER L'ESTERO MANCAVA ANCHE L'EPISODIO 'IL PROFESSORE'.

- PREMI: NASTRO D'ARGENTO 1955 PER SILVANA MANGANO, PROTAGONISTA DI 'TERESA' E PER PAOLO STOPPA MIGLIOR ATTORE NON PROTAGONISTA DI 'PIZZE A CREDITO'.

- PRESENTATO AL FESTIVAL DI CANNES 1955.

CRITICA

"Dai racconti di Giuseppe Marotta. Questo film a episodi è famoso soprattutto per 'Pizza a credito' con la fulgida Loren pizzaiola, ma i più belli sono invece 'I giocatori' con De Sica e 'Il guappo' con Totò che fa il pazzarello. Diversi episodi interpretati da ottimi attori". ("Teletutto")

"Il film pur nella sua divisione in episodi, non tutti ugualmente felici, conserva una continuità espressiva ed una linea che lo rendono superiore alla media commerciale e gli conferiscono uno stile ben individuabile. L'accuratezza cui è improntata si rivela anche nella vivace interpretazione e nell'ottima fotografia". ("Segnalazioni cinematografiche", vol. 37, 1955)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy