L'IPPOCAMPO

ITALIA - 1943
Un giovane e fortunato compositore ama riamato la propria moglie alla quale mostra un particolare attaccamento tanto da essere paragonato da un amico libertino ad un ippocampo, simbolo ittiologico della fedeltà coniugale. Ma un insieme di circostanze fa sì che l'armonia coniugale si rompa e il protagonista, per far tornare il sereno in famiglia e riacquistare l'amore della moglie, deve ammettere di averla tradita mentre in realtà ha rifiutato, per il suo innato senso di fedeltà, i favori di una avventuriera incapricciatasi di lui.
  • Durata: 70'
  • Colore: B/N
  • Genere: COMMEDIA
  • Tratto da: TRATTO DALLA COMMEDIA OMONIMA DI SERGIO PUGLIESE
  • Produzione: ARNO FILM - IRIS
  • Distribuzione: E.N.I.C. (1945)

NOTE

IL FILM E' STATO GIRATO NEGLI STABILIMENTI SCALERA. IL PUBBLICO HA POTUTO VEDERLO SOLTANTO NEL FEBBRAIO 1945.
SUPERVISIONE ALLA REGIA, NON ACCREDITATA, DI VITTORIO DE SICA.

CRITICA

"Gli sceneggiatori si sono lasciati sfuggire, a nostro parere, un'ottima occasione per fare un film molto divertente: quella di dare sviluppo alla paradossale situazione in cui viene a trovarsi il protagonista. Invece gli sceneggiatori si sono indugiati su situazioni scontate senza andare oltre, senza farne il perno di una girandola di trovate accontendandosi di ammannirci una pietanza casalinga invece di un gustoso manicaretto. In ogni modo il film è scorrevole e riesce a strappare qualche risata." (Pier Luigi Melani, "Il Messaggero", 9/2/1945)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy