L'INCENDIO DI ROMA

ITALIA - 1965
A Menecrate, capo dei pretoriani viene affidato l'incarico di catturare e uccidere tutti i cristiani con l'aiuto di Marco Valerio, giovane console di ritorno da trionfali campagne nelle Gallie, al quale la cosa appare poco onorevole, come ben poco convincente appare l'atteggiamento del folle tiranno Nerone. Nel corso dell'irruzione nelle catacombe, Marco Valerio ha la sorpresa di trovare fra i cristiani, Giulia la donna che ama, e la fa fuggire. Arrestato e condannato a combattere fra i gladiatori nel circo, il giovane tribuno riesce a rifugiarsi nella casa di Matro Simone ove ha modo di ascoltare con interesse il Verbo di Cristo. Per catturarlo, Menecrate ordina la crocifissione di molti cristiani, tra i quali è la stessa madre di Marco Valerio. Il giovane allora interviene, e mentre Roma viene data alle fiamme, si scontra con Menecrate uccidendolo; poi si allontana in compagnia di Giulia.

CAST

NOTE

TITOLO IN FRANCIA: ROME EN FLAMMES

CRITICA

" (...) L'idea del produttore - soggettista era (...) di mostrarci Roma in fiamme. (...) E' stato sfortunatamente mal secondato dal regista che consacra l'ultima mezz'ora all'esposizione dei modellini animati, alla sfilata di trucchi grossolani e figuranti frettolosi (...)". (J.J. Depuich, "Saison '73", Parigi 1973).
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy