L'imperatore di Capri

ITALIA - 1949
Antonio De Fazio, cameriere in un albergo di Napoli, viene preso per il Bey di Agapur da un'avventuriera, che gli dà appuntamento a Capri, per il giorno seguente. Di nascosto della moglie e della suocera, Antonio va a Capri con un amico ed anche lì viene preso per il Bey. Una serie di stravaganze, commesse involontariamente, gli fruttano l'ammirazione dei villeggianti, che cercano di imitarlo, proclamandolo l'uomo più chic di Capri, mentre le donne sospirano d'amore per l'incantevole e misterioso principe. Antonio diventa l'eroe di numerose avventure, ma proprio quando, nello splendore d'una festa, sta per essere proclamato Imperatore di Capri, arrivano la moglie e la suocera, e come se questo non bastasse, arriva anche il vero Bey. Ma tutto finisce bene, perché Antonio salva il Bey da un attentato, guadagnandosi la riconoscenza del principe, che lo ricompensa con una quantità inverosimile di pietre preziose di straordinario valore.

CAST

CRITICA

"Il film serve all'attore Totò per ripassarsi il suo catalogo, che è misto di lazzi piacevoli e piccole volgarità gastro-sessuali. Quando Totò si ricorda di essere mimo il suo giuoco diventa leggero e arabescato, ma quando si ricorda di essere attore comico di rivista comincia coi doppisensi e diventa fastidioso." (Ennio Flaiano, 'Il Mondo', 4 febbraio 1950)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy