L'idolo della città

Salut l'artiste

FRANCIA - 1973
L'idolo della città
Nicola Monti vive a Parigi, separato dalla moglie Elisabeth e dai propri figli Lodovico e Louis. Attualmente ha qualche compagna abituale Peggy, a sua volta separata dal marito e, in coppia con il fedele amico Clément, si guadagna da vivere correndo dai teatri di posa cinematografici, agli studi di doppiaggio o di pubblicità, alle scene teatrali e ai palchetti di un cabaret. Per quanto costretto ad un lavoro sfibrante e privo di autentiche soddisfazioni professionali, Nicola si accontenta e sembra anche avere trovato un compromesso tra l'amante e la famiglia ove giunge sporadicamente. Tutto, però, entra in crisi quando improvvisi avvengono diversi fatti: Clément abbandona la vita d'attore; il 15enne Lodovico fugge di casa e ruba delle macchine fotografiche; Peggy si dichiara stanca di un rapporto in "condominio". Il Monti, sbandato ma non abbattuto, corre un'avventura con l'attricetta-oca Arlette; cerca di convincere Clément a ricostituire il duetto; riavvicina inutilmente Peggy. Tornato da Elisabeth, non viene respinto dalla stessa che, tuttavia, dichiara di attendere un nuovo figlio per un rapporto fugace. Accetterà la nuova situazione? Si dimostrerà veramente maturato? Sembra, ma non è sicuro.
  • Altri titoli:
    The Bit Player
    Hail the Artist
  • Durata: 125'
  • Colore: C
  • Genere: COMMEDIA
  • Specifiche tecniche: PANORAMICA TECHNICOLOR
  • Produzione: ALAIN POIRE', GAUMONT LA GUEVILLE (PARIGI) EURO (ROMA)
  • Distribuzione: EURO - AVO FILM

NOTE

-DIALOGHI: JEAN-LOUP DABADIE.
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy