L'ETERNA CATENA

ITALIA - 1951
Walter, ufficiale della marina mercantile, ritorna a Napoli, dopo un lungo viaggio, e vi conosce Maria, promessa al fratello Sandro. Sulla fanciulla ha posto gli occhi l'armatore Lanza, capo della società di navigazione, da cui dipende Walter: Sandro ne è gelosissimo. Walter, mentre in un incontro con Maria, cerca di dissipare i malintesi fra i due fidanzati, scopre che la fanciulla, della quale egli stesso è segretamente innamorato, ricambia il suo amore: essa gliene offre un pegno, concedendosi a lui. Con un pretesto, Lanza invita Maria nel suo ufficio e tenta d'usarle violenza: sopraggiunge Sandro, che dopo una lotta corpo a corpo uccide l'armatore e fugge. Accusato d'aver ucciso Lanza, Walter riesce a porsi in salvo e s'arruola nella Legione Straniera. Dopo cinque anni, trovandosi nel golfo di Napoli, a bordo di una nave francese, elude la sorveglianza e si mette alla ricerca di Maria. Il fratello gli dice d'averla sposata e d'averne avuto un figliolo. Tra i due fratelli ha luogo un pugilato, mentre Maria, che non è affatto sposata, accorre col figliolo, frutto del suo amore per Walter, Sandro, nel fuggire, è vittima d'un mortale incidente: prima di morire, confessa la sua colpa. La condizione di Walter muove a pietà il maresciallo, che dovrebbe ricondurlo a bordo: Walter resta a Napoli e sposa Maria, iniziando una nuova vita.

CAST

NOTE

REV.MIN. - 12.1998
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy