L'avventura del Poseidon

The Poseidon Adventure

USA - 1972
L'avventura del Poseidon
Il "Poseidon", un vecchio transatlantico destinato alla demolizione, sta compiendo la sua ultima crociera nel Mediterraneo. Costretta dall'avidità dei suoi compratori, che vogliono risparmiare tempo e denaro, a muoversi a tutta forza, la nave incappa nella gigantesca ondata provocata da un terremoto sottomarino e si rovescia. Il disastro uccide quasi tutti i passeggeri, colti mentre festeggiano l'ultima notte dell'anno. Si salvano soltanto poche decine di persone, divise sul da farsi: alcuni, fidandosi dell'autorità, rappresentata dal commissario di bordo, decidono di restare nel salone non ancora raggiunto dalle acque; altri preferiscono seguire il reverendo Scott, un energico sacerdote che, fedele al principio "aiutati, ché Dio ti aiuta", si propone di raggiungere la chiglia della nave risalendo i vari ponti e la sala macchine. Lo seguono una decina di persone: un ottuso poliziotto e sua moglie, una mite coppia di coniugi, una ragazza e il suo fratellino, un negoziante scapolo, una musicista e un cameriere di bordo. Alcuni di loro, compreso padre Scott, periranno nel drammatico cammino verso la salvezza. Gli altri, e saranno i soli in tutta la nave, riusciranno a vedere il cielo.
  • Durata: 118'
  • Colore: C
  • Genere: DRAMMATICO
  • Specifiche tecniche: PANAVISION EASTMANCOLOR
  • Tratto da: Romanzo omonimo di Paul Gallico
  • Produzione: IRWIN ALLEN PER KENT PRODUCTIONS
  • Distribuzione: FOX - DOMOVIDEO, 20TH CENTURY FOX HOME ENTERTAINMENT (SILVER&GOLD)

NOTE

- 2 OSCAR 1972 - MIGLIOR CANZONE (THE MORNING AFTER), MIGLIORI EFFETTI SPECIALI VISIVI.

- IL FILM E' STATO CAMPIONE D'INCASSI NEGLI STATI UNITI NEL 1973.

CRITICA

"Decoroso kolossal riconosciuto capostipite delle catastrofi sottomarine, che ha il suo pezzo forte nelle sbalorditive scenografie (Oscar per gli effetti speciali insieme alla miglior canzone), specie quelle a transatlantico capovolto. Bravo, come sempre, Gene Hackman versione con basettoni: solo Don Camillo aveva parlato al Signore con tale provocatoria familiarità. La floridissima Shelley Winters, ex moglie di Vittorio Gassman, che sguazza nell'oceano si produce in una involontaria parodia di Moby Dick". (Massimo Bertarelli, 'Il Giornale', 14 luglio 2000)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy