L'attentatuni - Il grande attentato

ITALIA - 2000
L'attentatuni - Il grande attentato
Il 23 maggio 1992 muore in un tremendo attentato il giudice Falcone, insieme alla moglie e tre uomini della scorta. Il questore Cardine, d'accordo con il procuratore Borsellino, mette insieme una squadra di pochi uomini, guidata dai suoi collaboratori Branca e Granata, che si mette sulle tracce degli assassini di Falcone. La squadra si trasferisce in Sicilia e dopo turni di lavoro massacranti spesi in pedinamenti e intercettazioni telefoniche, viene scoperto il nascondiglio di due possibili appartnenenti al commando omicida, Noè e Guarnera. Ma i due mafiosi riescono a svanire nel nulla, mentre anche Borsellino perisce in un attentato. Nel frattempo i carabinieri catturano il boss dei boss Totò Ferro e la squadra di Cardine è fortemente demotivata. Ma Cardine riesce a spronare i suoi e dopo mesi di lavoro riescono a piazzare una microspia nel nuovo covo di Noè e Guarnera, che forniscono una mole impressionante di informazioni, con i nomi di tutti gli assassini di Falcone e Borsellino. Cardine decide che è tempo di agire e così Noè e Guarnera vengono arrestati. I due decidono di collaborare e pian piano tutti vengono arrestati. Le rivelazioni dei mafiosi sono devastanti per Cosa Nostra, ma ache i pentiti pagheranno il loro prezzo, fra suicidi in cella e vendette sui familiari. Lo Stato ha vinto, anche se la guerra non è finita.
  • Durata: 180'
  • Colore: C
  • Genere: DRAMMATICO
  • Tratto da: "L'attentatuni" di Giovanni Bianconi e Gaetano Savatteri, edito da Baldini e Castoldi
  • Produzione: EDWIGE FENECH PER IMMAGINE E CINEMA, FABRIZIO ZAPPI PER RAI FICTION
  • Distribuzione: SIRIO VIDE (VHS 2003)

NOTE

- FILM PER LA TV IN DUE PUNTATE TRASMESSO DA RAIDUE IL 18 E 19 APRILE 2001.
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy