L'Arcangelo

ITALIA - 1969
Fulvio Bertuccia, mediocre avvocato, tanto bravo nel perdere le cause quanto pronto a farsi comperare, riceve nottetempo nel suo studio che, dal momento che è al verde, gli serve anche da casa, la visita di una giovane fotomodella, Gloria, che gli confessa di avere ucciso il celebre chirurgo Crescenzi. L'uomo, in realtà, è vivo e vegeto e in buona salute gode come anche quella che, in una seconda versione del delitto, sarebbe stata la vera vittima: l'industriale e amante Marco Tarocchi-Roda. La verità è che Gloria ha veramente intenzione di uccidere Marco e ha bisogno dei consigli di Fulvio, di cui conosce l'arrendevolezza di fronte al denaro. Avendolo inconsapevolmente aiutato in un contrabbando di diamanti, Fulvio viene assunto da Tarocchi-Roda come suo avvocato e presentato alla moglie come amante di Gloria. Attirato dalla prospettiva, che Gloria gli fa balenare, di diventarlo veramente, egli le suggerisce un modo sicuro per uccidere l'industriale e far ricadere la colpa sulla moglie. Gloria, che in realtà agisce in perfetto accordo con la signora Tarocchi-Roda, riesce ad uccidere l'industriale, facendo in modo però che ad essere incolpato d'omicidio sia proprio Fulvio.
  • Durata: 105'
  • Colore: C
  • Genere: COMMEDIA
  • Specifiche tecniche: EASTMANCOLOR
  • Produzione: MARIO CECCHI GORI PER FAIR FILM
  • Distribuzione: 20TH CENTURY FOX - CECCHI GORI HOME VIDEO (GLI ORI)

CRITICA

"E' una macchinosa commedia 'giallo-rosa', complessivamente modesta, anche se non vi mancano alcune passabili trovate. Di buon mestiere l'interpretazione". (Segnalazioni Cinematografiche, vol. 67, 1969)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy