L'ANGELO AZZURRO

DER BLAUE ENGEL

GERMANIA - 1930
Un professore di liceo, il prof. Unrat, viene a sapere che i suoi allievi frequentano un locale equivoco, l'"Angelo Azzurro", dove si esibisce una compagnia d'artisti di varietà, tra cui c'è la giovane e procace ballerina, Lola. Una sera il prof. Unrat si reca nel locale per sorprendere gli studenti ma per una serie di circostanze finisce nel camerino di Lola. Innamorato della bella ballerina, torna a farle visita più volte e infine la sposa. Lasciata la cattedra per seguire la moglie, in poco tempo finisce i suoi risparmi ed è costretto ad adempiere le mansioni più umilianti all'interno della compagnia. Quando gli viene comunicato che la compagnia ha ottenuto un'ottima scrittura nella cittadina dove insegnava, in un primo momento rifiuta di presentarsi al pubblico, ma poi deve cedere alla volontà tirannica della moglie. Si presenta così sul palco, vestito da pagliaccio, come assistente del prestigiatore che ad un certo punto, tra gli schiamazzi del pubblico, gli impone d'imitare il verso del gallo. Unrat si rifiuta e in un accesso d'improvvisa follia, lascia la scena e assale la moglie tentando di strozzarla. Impeditone, corre barcollando verso la sua antica scuola, e una volta entrato nell'aula, cade riverso sulla cattedra e muore.

CAST

NOTE

SONORO: FRITZ THIERY.
TRA I COLLABORATORI ALLA SCENEGGIATURA C'E', NON ACCREDITATO, JOSEF VON STERNBERG.
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy