L'amore è eterno finché dura

ITALIA - 2004
Il matrimonio tra Gilberto, oculista cinquantenne, e Tiziana, psicologa 40enne, non funziona più come dovrebbe. Un giorno Gilberto partecipa a uno "Speed-date", una serata organizzata su internet in cui si deve trovare un partner in tre minuti. Tiziana lo scopre e gli ordina di fare le valigie e andarsene. Lui trova ospitalità in casa del suo socio Andrea che da un po' di tempo vive con Carlotta, che prende particolarmente a cuore la situazione di Gilberto. Nel frattempo Gilberto scopre che anche Tiziana ha qualcosa da nascondere...

CAST

NOTE

- GLOBO D'ORO 2004 COME MIGLIORE ATTORE (CARLO VERDONE).

- NASTRO D'ARGENTO 2005 A LAURA MORANTE COME MIGLIOR ATTRICE PROTAGONISTA.

CRITICA

"'L'amore è eterno finché dura (bellissimo titolo) appartiene al genere del marivaudage. Questo concetto, coniato da Diderot, si riferisce ai pregi e difetti dell'opera di Marivaux, sempre arpeggiante sulla vorticosa variabilità delle passioni. Se ne parlò anche come di una 'metafisica del cuore', una categoria sotto la quale può rientrare anche il nuovo film di Carlo Verdone. (...) Un regista francese avrebbe sviluppato la trama in maniera geometricamente più impeccabile, ma il pregio di questo film sta proprio nelle sue accensioni di italianissima vitalità. E se Verdone attore appare ancora più sottile e mirato del solito, soprattutto nei duetti al sopracuto con Laura Morante, quest'ultima azzarda con successo toni alla Carole Lombard: da applauso, tutti e due. Purtroppo andando avanti il racconto perde qualche colpo, anche perché il controcanto costituito dalla figlia della coppia principale risulta scialbo. Ma il buono che c'è basta ad assicurare un' adeguata dose di risate." (Tullio Kezich, 'Corriere della Sera', 21 febbraio 2004)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy