L'amore difficile

ITALIA - 1962
L'amore difficile
"Le donne" - Una prostituta che sta per sposarsi e dare un taglio definitivo alla sua precedente vita, decide di recarsi un'ultima volta a casa di un abituale cliente. E questi si trova a dover sceglier tra la sua compagnia e una gita al mare con una ninfetta.

"L'avaro" - Un avvocato scapolo, dopo aver conquistato la moglie di un ricco decaduto abituato a saldare i suoi debiti grazie alle belle forme della consorte, rinuncia a lei per avarizia.

"Avventura di un soldato" - Un soldato, che sta tornando a casa in licenza, incontra su un treno una vedova. Senza una parola i due cominciano un approccio che li porterà, probabilmente, l'uno nelle braccia dell'altro.

"Il serpente" - Due coniugi tedeschi in viaggio in Sicilia: la moglie spera in un'avventura con due camionisti e ne rimane delusa, ma ritrova l'affetto del marito.
  • Episodi: Le donne - L'avaro - Avventura di un soldato - Il serpente
  • Altri titoli:
    Erotica
  • Durata: 105'
  • Colore: B/N
  • Genere: COMMEDIA, FILM A EPISODI
  • Tratto da: L'episodio "Le donne" è tratto da un racconto di Ercole Patti, "L'avaro" da un racconto di Alberto Moravia, "Avventura di un soldato" da un racconto di Italo Calvino e "Il serpente" da un racconto di Mario Soldati
  • Produzione: ACHILLE PIAZZI PER SPA CINEMATOGRAFICA (ITALIA), EICHBERG FILM (GERMANIA OCC.)
  • Distribuzione: IMPERIALCINE - MONDADORI VIDEO (IL GRANDE CINEMA)
  • Vietato 18

NOTE

- IN OCCASIONE DELLA 71. MOSTRA INTERNAZIONALE D'ARTE CINEMATOGRAFICA DI VENEZIA (2014) VIENE PRESENTATA LA VERSIONE RESTAURATA DELL'EPISODIO "AVVENTURA DI UN SOLDATO" (RESTAURO A CURA DI: CSC-CINETECA NAZIONALE DI ROMA, CON LA COLLABORAZIONE DI ERMINIA MANFREDI, DALIA EVENTS, ONNI E FASO FILM).

CRITICA

"(...) Il più piacevole è quello di Sollima, divertente aneddoto sull'intraprendenza delle ragazze 1963 (...). Sciupata appare la bravura di Gassman, alle prese con un personaggio per lui abbastanza inedito (...). La sorpresa (...) è l'episodio diretto da Manfredi (...) (che) sa conferire alla vicenduola il piglio e la sobrietà di un brano cinematografico di classe (...). Il più scontato è quello diretto da Bonucci (...)". (Vittorio Spinazzola, "Cinemanuovo" 162, marzo/aprile 1963).

"Da quattro racconti, quattro sketch pruriginosi e per l'epoca oltremodo osè, diretti da altrettanti esordienti, che hanno per tema l'amore e le corna. Il migliore è di gran lunga il terzo (Manfredi che dirige un bravissimo se stesso) in una scenettta senza parole divertente e maliziosa." (Massimo Bertarelli, "Il Giornale", 15 luglio 2003)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy