L'AMANTE DEL MALE

ITALIA - 1946
Il conte Vittore di San Massimo, proprietario di cave di marmo, trovandosi in difficoltà finanziarie, lascia, malgrado precedenti promesse, la sua amante, Natalia, per sposare la ricchissima contessina, Giuliana di Torrenuova. Natalia, che arde dal desiderio di vendicarsi dell'affronto, induce Giuliana a prenderla al suo servizio come governante della casa. La sua presenza, risvegliando nel conte l'antica passione, turba gravemente i rapporti tra i coniugi. Intanto il conte, riassestata la gestione della cava, si comporta in modo da irritare i lavoratori, che sfrutta iniquamente; mentre la contessa si fa ben volere, assistendo le loro famiglie. La direzione tecnica delle cave è stata affidata ad un giovane cugino della contessa: il conte, sapendo che il cugino ha amato, in altri tempi, la contessa, senz'esserne corrisposto, decide di valersi di questo fatto, per suscitare perfidamente uno scandalo e liberarsi della moglie. Sorpreso durante un appuntamento notturno con Natalia, Vittore spara contro il cugino, ma ferisce Giuliana. Inseguito dal cugino, si rifugia nella cava, dove in un tentativo di difendersi, cade e muore. Giuliana guarisce ed aiutata dal cugino, potrà ricondurre tra i lavoratori la pace e la concordia.
  • Altri titoli:
    VIPERA BIONDA
  • Durata: 85'
  • Colore: B/N
  • Genere: DRAMMATICO
  • Produzione: AP - SUPERFILM
  • Distribuzione: DI PAOLO FILM

NOTE

ORCHESTRA E CANZONI DELLA CASA MUSICALE (MARLETTA) DI ROMA, INCISE SU DISCHI CETRA.
ORGANIZZATORE GENERALE E DIRETTORE DI PRODUZIONE: SALVATORE SCIFONE. ASSISTENTE OPERATORE: MARCELLO GATTI.
COREOGRAFIA: PASQUALE SIGNORI E UBALDO G. MAESTRI.
TRUCCATORE: CESARE GAMBARELLI.

CRITICA

"E' un lavoro modesto". (Segnalazioni Cinematografiche).
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy