L'ALBERO DELLA VITA

RAINTREE COUNTY

USA - 1957
L'ALBERO DELLA VITA
Lo studente John Shawnessy è fidanzato con Nell e un giorno, durante la festa del 4 luglio, per dimostrarle il suo amore accetta la sfida di un campione di corsa. John vince la gara ma durante i festeggiamenti conosce Susanna Drake, una ragazza dell'alta società che ha un temperamento bizzarro ma che lo attrae per una impalpabile affinità. I due ragazzi si rivedono e in breve tempo si innamorano e si sposano. Si trasferiscono a New Orleans ma la serenità della loro vita coniugale è turbata dalle frequenti crisi isteriche alle quali va soggetta Susanna. John viene a sapere che quelle crisi sono la conseguenza di un tragico avvenimento in cui è stata coinvolta da bambina: lei ha provocato senza volerlo la morte dei suoi genitori. I due coniugi ritornano a Freehaven, dove John ottiene un posto di insegnante con la speranza di trovare finalmente la serenità. La notte in cui ha inizio la guerra di seccessione, Susanna dà alla luce un bambino, che chiamano Jim; ma neppure questo lieto evento vale a restituirle la tranquillità e l'equilibrio. Un giorno Susanna fugge di casa portando con sé Jim. John, solo e disperato, si arruola nell'esercito nordista e partecipa alla guerra, vedendo più volte da vicino la morte. In una piccola fattoria del Sud egli trova il suo piccolo Jim, affidato alle cure di una donna di colore e verso la fine della guerra ritrova anche Susanna, ricoverata in una casa di cura e ritorna con lei a Freehaven. Le condizioni di salute della donna sembrano migliorate ma una sera Susanna, in preda ad un accesso di follia, fugge nei boschi alla ricerca dell'"Albero della vita" e muore nella palude. Il piccolo Jim che l'ha inseguita invano, viene ritrovato dal padre e da Nell la mattina seguente. John e il suo bambino vivranno accanto a Nell, che non ha mai cessato di amarlo.
  • Durata: 173'
  • Colore: C
  • Genere: DRAMMATICO
  • Specifiche tecniche: TECHNICOLOR, METROSCOPE
  • Tratto da: ROMANZO OMONIMO DI ROSS LOCKRIDGE JR.
  • Produzione: DAVID LEWIS PER MGM
  • Distribuzione: MGM
  • Riedizione 1968

CRITICA

"Ambizioso e fluviale, ora appassionate ora toccante, ma anche tremendamente prolisso, feuilleton in costume di Edward Dmytryk, che tenta invano di ripete il colpaggio di 'Via col vento' nella rievocazione di un brandello della storia americana. Liz Taylor fa la pazza con naturale predisposizione, accentuando l'espressione perennemente corrucciata di Montgomery Clint". (Massimo Bertarelli, 'Il Giornale', 18 agosto 2000)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy