L'albero della maldicenza

ITALIA - 1979
L'albero della maldicenza
In un villaggio sperduto tra le montagne laziali, cinque ragazzi trascorrono le loro giornate bighellonando e spiando le coppiette appartate, cullati dall'ozio quotidiano. Hanno un'estrazione sociale molto diversa. Tra loro c'è Mario, che vanta nobili origini; l'universitario Franco e infine Nino, Carlo ed Enzo, tutti figli di contadini. Quando non trovano di meglio da fare, siedono in piazzetta, sotto gli alberi che in paese chiamano "della maldicenza" a spettegolare sui passanti e ad ascoltare i racconti dell'anziano Angelo Maria sui tempi andati. Le elezioni amministrative, per le quali il parroco don Ciccio e la contessa propongono la candidatura di Mario sembrano portare un vento di cambiamento ma, durante una festa organizzata per accaparrarsi voti, i cinque si ubriacano. Quella stessa notte Franco, in sella alla moto di Mario, si va a schiantare. Per gli altri, niente sarà più come prima.
  • Durata: 93'
  • Colore: C
  • Genere: DRAMMATICO
  • Specifiche tecniche: PANORAMICO, EASTMANCOLOR
  • Produzione: GIUSEPPINO ROSSI PER ACROPOLIS FILM
  • Distribuzione: LARK / GENERAL
  • Vietato 18

NOTE

- IL FILM NON RISULTA ISCRITTO AL PRC.

CRITICA

"Ispirato chiaramente a 'I basilischi' della Lina Wertmüller, ma sceneggiato con altrettanto chiaro riferimento ai film con episodi boccacceschi, questa storia di vitelloni è superficiale e gratuita. A parte qualche facile caratterizzazione strapaesana e qualche quadretto picaresco meglio riuscito, nel suo insieme propone squallide avventure di adulteri e di liberi amori con la solita cornice di dialoghi volgari". ('Segnalazioni cinematografiche', vol. 87, 1979)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy