Joker - Wild Card

Wild Card

USA - 2014
2,5/5
Joker - Wild Card
Nick Wild è un giocatore d'azzardo in riabilitazione, che ha deciso dedicare la sua vita alla protezione delle persone coinvolte in quel difficile mondo. Tuttavia, quando una sua amica viene brutalmente picchiata da un pericoloso gangster, il suo lavoro giornaliero passa decisamente in secondo piano...
  • Durata: 92'
  • Colore: C
  • Genere: AZIONE, THRILLER
  • Tratto da: romanzo omonimo di William Goldman
  • Produzione: CURRENT ENTERTAINMENT, QUAD FILMS, SJ HEAT PRODUCTIONS, SJ PICTURES, SIERRA/AFFINITY
  • Distribuzione: KOCH MEDIA (2015)
  • Data uscita 5 Agosto 2015

TRAILER

RECENSIONE

di Alessandro De Simone
Jason Statham è una delle più belle facce da cinema degli ultimi anni, un compendio di Bruce Willis e James Caan, nome quest’ultimo scelto non a caso, dato che il buon Jason è arrivato al secondo remake originariamente interpretato da Santino Corleone. Dopo Killer Elite, eccolo in Joker, versione aggiornata di Black Jack.

Anche questa volta sceneggiato da William Goldman, molto meno ispirato rispetto all’originale, il film racconta le gesta di Nick Wild, uomo dal misterioso passato prigioniero di Las Vegas e del vizio del gioco. Eroe debole e tormentato, con pochi incrollabili valori, Wild è un personaggio degli anni Settanta catapultato nel cinema di oggi, un corto circuito in qualche modo interessante che la fisicità di Statham riesce a rendere molto bene sul grande schermo.

Joker non è privo di difetti, la maggior parte proprio in sede di sceneggiatura, ma in fondo importa poco, l’intrattenimento c’è e bastano i cinque minuti di Stanley Tucci, davvero monumentale, a non rendere vano il costo del biglietto. E poi c’è Statham, che ha tre scene in cui spacca ossa come solo lui sa fare e, soprattutto, ci mette la faccia, e non è poco. Uno così Robert Altman lo avrebbe adorato.

NOTE

- REMAKE DEL FILM "BLACK JACK" (1986) DI R.M. RICHARDS.

CRITICA

"Un actioner che non riesce a decidere quale direzione prendere. Restando in bilico tra il film di vendetta e quello di strana coppia, con una (troppo) lunga parentesi da film di tavolo-da-gioco centrata sulla ludopatia del protagonista." (Roberto Nepoti, 'La Repubblica', 9 agosto 2015)

"Remake di 'Black Jack' (del 1986, con Burt Reynolds) (...) è un film senza grosse pretese, perfettamente in linea con la stagione. E Jason Statham ha il physique du rôle per rendere plausibile ciò che non lo è." (Maurizio Acerbi, 'Il Giornale', 30 luglio 2015)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy