Jack Reacher - Punto di non ritorno

Jack Reacher: Never Go Back

USA - 2016
2,5/5
Jack Reacher - Punto di non ritorno
Anni dopo essere stato al comando di un'unità di Polizia Militare d'élite, Jack Reacher torna al suo Quartier Generale e alla vita che ha lasciato quando una sua amica subentrata al comando, il maggiore Susan Turner, viene incastrata e accusata di spionaggio. Reacher non si fermerà di fronte a nulla per provarne l'innocenza e per scoprire i veri colpevoli che hanno ucciso i suoi ex soldati.
  • Altri titoli:
    Jack Reacher 2
  • Durata: 118'
  • Colore: C
  • Genere: AZIONE, THRILLER
  • Specifiche tecniche: 35 MM, (2K)/PANAVISION, D-CINEMA (1:2.35)
  • Tratto da: romanzo "Punto di non ritorno" di Lee Child (ed. Longanesi, coll. La Gaja scienza)
  • Produzione: TOM CRUISE, DON GRANGER, CHRISTOPHER MCQUARRIE PER PARAMOUNT PICTURES, SKYDANCE
  • Distribuzione: UNIVERSAL PICTURES INTERNATIONAL ITALY
  • Data uscita 20 Ottobre 2016

TRAILER

RECENSIONE

di Gian Luca Pisacane

Il cinema muscolare di Tom Cruise non accenna a sgonfiarsi. Non invecchia, sta al passo coi tempi, e mantiene quella vena fracassona che ancora intriga le nuove generazioni. E pensare che il sex symbol di Cuori Selvaggi ha ormai 54 anni e tre matrimoni naufragati, ma sembra inossidabile. Salta da un tetto all’altro, picchia come un fabbro, e stupisce con gesta mirabolanti. Ogni tanto si cambia la maglietta e distrugge la prima macchina che si trova a tiro: l’eterno Ethan Hunt è duro a morire.

Il secondo capitolo della saga di Jack Reacher è servito. L’ex plurimedagliato maggiore degli Stati Uniti ha uno spirito irrequieto, e si trastulla in autostop e motel di bassa lega. Non vuole farsi trovare da nessuno, e non ha sopito la sua vecchia indole da giustiziere della notte. Nel tempo libero protegge i deboli e fa tremare i cattivi, perché in fondo il suo spirito da boyscout non l’ha mai perso. Questa volta dovrà fermare un losco traffico d’armi in Medio Oriente, salvare una damigella in pericolo, e confrontarsi con una presunta paternità. Missione impossibile? No. Quando Tom Cruise incontra Jack Reacher, anche Ia regina d’Aquitania del famoso Il leone d’inverno comincia a fidarsi del mondo.

Edward Zwick è un regista che ama le storie esplosive. Ha diretto Blood Diamond con Leonardo Di Caprio e Defiance – I giorni del coraggio con Daniel Craig, senza dimenticare la sua precedente collaborazione con Tom Cruise ne L’ultimo samurai. I grandi eroi e le audaci imprese sono all’ordine del giorno, in ogni film si diletta con scariche di effetti speciali e corse a perdifiato. Zwick raccoglie il testimone lasciato da Christopher McQuarrie per Jack Reacher – La prova decisiva e si immerge nel mondo di Lee Child, autore della celebre saga che pare destinata a durare ancora per molto.

Jack Reacher – Punto di non ritorno è un one man show che spinge l’acceleratore dell’azione fine a se stessa. Tom Cruise veste i panni di un personaggio inverosimile, che con le sue bizzarrie riesce a essere anche simpatico. È un superuomo solitario nemico dell’inerzia, che però, rispetto alla sua prima avventura, ora dovrà confrontarsi con un nemico molto più agguerrito: i sentimenti. Jack Reacher questa volta si tinge di rosa nella notte delle congiure americane, con due new entry femminili pronte a difendere i diritti del gentil sesso.

La mancanza di Robert Duvall è pesante, e non c’è l’insolito cameo di Werner Herzog. Ma, rispetto al film precedente, il regista smorza un po’ i toni. Le scene d’azione non ricordano più Commando con Schwarzenegger, e cercano di non sembrare troppo esagerate. I cantieri edili non saranno distrutti a suon di esplosioni, e gli unici a rischiare saranno i cattivi di turno.

Jack Reacher – Punto di non ritorno è un action movie adrenalinico dalla bella confezione. Evita inutili ironie e preferisce prendersi sul serio, forse fin troppo. Il divertimento è assicurato per una platea che cerca due ore di svago, mentre i palati più fini rimarranno a bocc’asciutta. Tremate malvagi, che Jack Reacher è tornato!

NOTE

- TRA I PRODUTTORI ESECUTIVI FIGURA ANCHE PAULA WAGNER.

CRITICA

"La sceneggiatura è fotocopiata, tanto che la scena dell'epilogo l'hai già capita da un quarto d'ora; però il film non manca di efficienza performativa e Tom (che grazie al personaggio si sconta una quindicina d'anni) è in buona forma fisica." (Roberto Nepoti, 'La Repubblica', 20 ottobre 2016)

"Muscolare e muscoloso come da sempre si mostra al suo pubblico, il divo Tom Cruise non risente dei suoi 54 anni e torna nei panni dell'action hero Jack Reacher, divenuto ormai una saga a furor di popolo. (...) Decisamente più debole del primo film, il sequel (...) si conforma senza originalità alcuna ma con parecchia noia alla media dei film d'azione di simili filoni. Per fedelissimi." (Anna Maria Pasetti, 'Il Fatto Quotidiano', 20 ottobre 2016)

"Piacerà a chi va in cerca dei film d'azione di Tom Cruise, convinto (a ragione) che avrà una robusta razione di suspense e di movimento. Il secondo 'Reacher' ('Punto di non ritorno') non delude, anche se come trama e personaggi non offre apprezzabili novità. Ma è una bella chance per Cobie Smulders, brunetta sexy finora relegata a tappezzeria negli 'Avengers'." (Giorgio Carbone, 'Libero', 20 ottobre 2016)

"Evasione, tensione e adrenalina sono ingredienti ben presenti in questo nuovo episodio di una saga che esalta il carisma di Tom Cruise. Il sentimentalismo non raggiunge mai momenti stucchevoli, giustificando, però, il biglietto delle fidanzate al seguito. Questo Jack Reacher vale dieci volte 'Inferno'." (Maurizio Acerbi, 'Il Giornale', 20 ottobre 2016)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy