Inside Job

USA - 2010
4/5
Inside Job
Documentario sulla bolla finanziaria scoppiata nel 2008 e ancora tragicamente attiva. Attraverso ricerche e interviste ai principali membri della finanza, politici e giornalisti viene analizzato il gotha finanziario degli Stati Uniti: Lehman, Goldman Sachs, Bush, i lobbisti. Vengono inoltre svelati i rapporti che hanno corrotto i politici, le regole e il mondo accademico. L'inchiesta, condotta negli Stati Uniti e in Islanda, Inghilterra, Francia, Singapore e Cina, espone la scioccante verità che si cela dietro la crisi economica del 2008, che ha portato milioni di persone a perdere le proprie case e il lavoro.
  • Durata: 108'
  • Colore: C
  • Genere: DOCUMENTARIO
  • Produzione: REPRESENTATIONAL PICTURES, SONY PICTURES CLASSICS
  • Distribuzione: DVD: FELTRINELLI REAL CINEMA (2011)

RECENSIONE

di Federico Pontiggia
Poderoso, serrato e informatissimo documentario sulla bolla finanziaria scoppiata nel 2008 e ancora tragicamente attiva: è il doc-shock Inside Job, diretto da Charles Ferguson, narrato da Matt Damon e presentato fuori competizione sulla Croisette. Prima inchiesta filmata sulla crisi, parte e chiude sull'Islanda, triste avvisaglia di quel che sarebbe stato globalmente, e in mezzo centra quel che il sequel Wall Street – Il denaro non dorme mai di Oliver Stone ha lasciato in colpevole fuoricampo: sbattuto con le spalle al muro è il gotha finanziario degli States, da Lehman a Goldman Sachs, dall'amministrazione Bush ai lobbisti, passando per il conflitto d'interesse dei vari professoroni di Harvard & Co., pronti, dietro lauto compenso, a certificare sana e robusta costituzione economica laddove questa non c'è.
Che dire, anche l'originale Gordon Gekko, non quello riveduto e corretto 23 anni dopo, tremerebbe di fronte a imprese come quelle dei piani alti di Goldman, che vendevano spazzatura ai propri clienti e poi scommettevano sul loro fallimento... Ma davvero Ferguson non risparmia nessuno: dopo Bush e il suo Hank Paulson, alla sbarra finisce Obama, colpevole di non aver intrapreso le necessarie riforme anti greed e di aver voluto nella stanza dei bottoni gente come Timothy Geithner e Larry Summers, ovvero i nomi e i cognomi responsabili del crac. Yes They Can...

NOTE

- PROIEZIONE SPECIALE AL 63. FESTIVAL DI CANNES (2010).

- FUORI CONCORSO ALLA V EDIZIONE DEL FESTIVAL INTERNAZIONALE DEL FILM DI ROMA (2010) NELLA SEZIONE 'L'ALTRO CINEMA|EXTRA'.

- OSCAR 2011 COME MIGLIOR DOCUMENTARIO.
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy