Indirizzo sconosciuto

Suchwiin bulmyeong

COREA DEL SUD - 2001
Le storie di tre giovani asiatici sconvolte dagli effetti della guerra e della contrapposizione fra le due Coree. Chang-Guk, figlio illegittimo di una prostituta e di un soldato americano, vive con la madre in un vecchio bus. Jihum è figlio di un reduce di guerra e lavora con un artista. Eunok, studentessa, nella guerra ha perso il padre e nel dopoguerra ha perso un occhio a causa di un residuato bellico.

CAST

NOTE

- IN CONCORSO ALLA 58° MOSTRA DEL CINEMA DI VENEZIA 2001.

CRITICA

"L'immagine di un mondo definitivamente abbandonato dagli dei, sia dalla parte dei nativi sia da quella degli yankee è senz'altro impressionante. Ma il regista coreano rilancia troppe volte l'angoscia, le morti sono troppo grandguignolesche per non sortire, alla lunga, un effetto anestetizzante". (Roberto Nepoti, 'la Repubblica', 30 agosto 2001)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy