In the Soup - Un mare di guai

In the Soup

USA, FRANCIA, ITALIA, GERMANIA - 1992
In the Soup - Un mare di guai
Adolpho, un aspirante regista, sogna di realizzare grandi film, ma non ha neppure di che pagare l'affitto. In preda alla disperazione, mette un annuncio sul giornale per vendere la sua monumentale sceneggiatura al miglior offerente. Inaspettatamente si fa vivo Joe, un piccolo gangster che compra la sceneggiatura e si mostra molto interessato ai progetti di Adolpho. Infatti Joe non fa altro che promettere ad Adolpho di finanziargli il film, ma intanto non si lascia sfuggire la ghiotta occasione di rubare una macchina, forzare la serratura di un appartamento, ricettare merce rubata. A poco a poco, Adolpho rimane affascinato dal mondo di Joe. Joe, da parte sua, è intenerito dalla sconfinata ingenuità di Adolpho e lo aiuta a intrecciare una storia con Angelica, la bella vicina di casa.
  • Altri titoli:
    Un mare di guai
    In the Soup - Alles Kino
  • Durata: 95'
  • Colore: B/N
  • Genere: GROTTESCO
  • Produzione: JAMES H. STARK E HANK BLUMENTHAL PER ALLIANCE CO. LTD, ALTA FILMS, CACOUS FILMS INC., MIKADO SRL, PANDORA FILM, WHY NOT PRODUCTIONS, ODESSA FILM
  • Distribuzione: MIKADO FILM

NOTE

- SUONO: POWELWDOWCAK.

- GRAN PREMIO DELLA GIURIA PER FILM DRAMMATICO AL SUNDANCE FILM FESTIVAL 1992.

CRITICA

"Film affastellato e confuso, bizzarro e sconnesso." (Segnalazioni Cinematografiche, vol. 115, 1993)

"Nel grande ventaglio del cinema americano c'è uno spicchio in cui continuano a incontrarsi i fedelissimi del bianco e nero. Che rifiutano il technicolor, e quindi il consenso della platea, vuoi perché costretti a realizzare film a basso costo, vuoi perché non vogliono edulcorare la realtà. Si tratta generalmente di autori ribelli a Hollywood, ai quali una New York stilizzata nell'aspro e nell'assurdo offre scenari accattivanti: basti ricordare 'Stranger than Paradise' e 'Daunbailò'. A questa famiglia appartiene la commedia 'In the soup', dove non a caso fa la sua apparizione anche Jim Jarmusch (uno dei padrini del cinema indipendente Usa), presentata in concorso a Venezia dopo che ha vinto il festival di Sundance, dove ha anche ottenuto il premio per il migliore attore." (Giovanni Grazzini, 'L'Indipendente')
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy