Imputazione di omicidio per uno studente

ITALIA - 1972
Imputazione di omicidio per uno studente
Roma. Durante uno scontro tra operai dimostranti (cui si sono uniti studenti) e polizia muoiono un poliziotto e uno studente, ucciso da una pistola non in dotazione ai tutori dell'ordine. Il giudice istruttore Sola - incaricato per il caso insieme con due commissari - tende a credere alla versione della polizia: lo studente sarebbe stato ucciso da uno dei dimostranti, mentre il poliziotto sarebbe stato ammazzato da Massimo Trotti, studente di architettura e appartenente a un gruppo extraparlamentare. Le apparenze danno credito a questa ipotesi, e quindi Trotti sarà giudicato in tribunale. Ma il responsabile dell'assassinio è Alfio Sola, il figlio del giudice. Consigliato dai compagni, Alfio testimonia a favore di Massimo Trotti: invano. Non essendo riuscito in altro modo a esser d'aiuto a Trotti, Alfio confessa al padre la sua colpa. Il giudice ordina la scarcerazione dello studente, dà le dimissioni e getta nel Tevere la prova della colpevolezza di suo figlio.
  • Durata: 105'
  • Colore: C
  • Genere: DRAMMATICO, SOCIALE
  • Specifiche tecniche: PANORAMICA EASTMANCOLOR
  • Produzione: DOCUMENTO FILM
  • Distribuzione: TITANUS - CD VIDEOSUONO

CRITICA

Per quanto inserito nel filone cosiddetto civile, già abilmente sfruttato, e per quanto intessuto di situazioni - quelle degli scontri nell'ambito della famiglia e della società tra giovani e sistemi tradizionali - a loro volta di uso corrente nella cinematografia migliore, grazie all'accurata sceneggiatura, al solido mestiere del regista, alla seria prestazione della maggioranza degli interpreti, il film rappresenta in maniera adeguata e globalmente convincente una materia tuttora scottante. Qualche condiscendenza al patetico e all'effettistico rivelano anche intenzioni commerciali. (Segnalazioni Cinematografiche).
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy