IMPATTO MORTALE

ITALIA - 1984
IMPATTO MORTALE
Un giovane specializzato in elettronica, volendo mettere su famiglia e ricattare la casa di un "ranch" che ha ereditato, decide con la sua ragazza di porre in atto un bel marchingegno. Così i due passano vari fine-settimana a Las Vegas e, mentre lui, grazie a sofisticate apparecchiature di sua invenzione, si inserisce in questa o quella "slot-machine" delle sale da gioco, la sua compagna (Sandra) collegata via radio si piazza vicino ad una mangiasoldi (prima individuata) e, con un solo gettone, ne ottiene un mucchio di quattrini. Due loschi ceffi, tuttavia, hanno spiato le mosse della fortunata coppia e, pur ignorandone il sistema di vincita, intuiscono che il ragazzo qualcosa ha escogitato e che deve essere pieno di dollari. E allora, per farlo parlare, lo torturano, ma finiscono con l'ucciderlo, annegandolo nella vasca da bagno, in assenza della ragazza. Intanto Kevin Kuck, un poliziotto un po' suonato e poco accetto nel suo ambiente di lavoro, inviato all'aeroporto per arrestare Lou Payne, un negro pilota di elicotteri suo ex-commilitone nel Vietnam, riceve dalla trasmittente l'ordine di penetrare in un alloggio (e giusto quello del morto di cui sopra), perché là si sono avvertiti rumori sospetti. Ma i due assassini l'hanno fatta franca. Comincia così la caccia accanita di Kevin, accompagnato da Lou. Indizi: solo una bustina di fiammiferi, recante il nome di uno squallido alberghetto (ma anche di lì i lestofanti hanno spiccato il volo), nonché una "fiche" in uso nelle sale di Las Vegas. Piano piano, però malgrado lo scetticismo dei Superiori e grazie all'intelligente e paziente aiuto di Lou, il gigantesco Kevin si trova sulle tracce dei due fuggitivi, che non solo hanno crudelmente ucciso un'amica di Sandra, ma hanno sequestrato quest'ultima, dirigendosi in elicottero verso il "ranch" dove, per sua ammissione, sono nascoste le migliaia di dollari scaturiti dai bingo elettronici di Las Vegas. I "killers" sono però seguiti da Kevin, anche lui in elicottero con Lou, e pagheranno con la vita i loro delitti (anche se, purtroppo, Sandra finirà sul terreno). Lou propone a Kevin di squagliarsela in Messico con il malloppo, ma Kevin è un uomo onesto: consegnerà la grossa borsa gonfia di dollari al suo Capo, riscuotendo, una volta tanto, il rispetto di tutti i colleghi del Dipartimento di Polizia. Però, il giochino inventato da quel povero ragazzo lo interessa ed attira al massimo; non passa molto tempo, che con l'amico negro si divertirà a scaricare dei quattrini ingoiati le varie "slot-machines" di Las Vegas.
  • Durata: 87'
  • Colore: C
  • Genere: POLIZIESCO
  • Specifiche tecniche: SCOPE EASTMANCOLOR
  • Produzione: EUROPEAN INTERNATIONAL FILMS
  • Distribuzione: FULVIA FILM - AB VIDEO, GENERAL VIDEO

NOTE

IL MONTATORE VINCENZO TOMASSI E' ACCREDITATO COME VINCENT P. THOMAS.

CRITICA

Poteva essere una pellicola dignitosa ed invece è condizionata da lentezze e scadimenti di ritmo. Molti e grossolani i difetti del montaggio, che appare assai poco curato. Peccato, perchè lo spunto non è male, di per sè sta in piedi e può destare un qualche interesse. (Segnalazioni cinematografiche)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy