Il villaggio più pazzo del mondo

Li'l Abner

USA - 1959
Nel villaggio di Straccy City, in America, dove il passatempo di tutti è l'ozio più assoluto, un giorno arriva la notizia che data l'inutilità del luogo, il Governo americano ha deciso di usare la zona per un esperimento: il lancio di una bomba atomica. Atterriti, gli abitanti decidono di correre ai ripari e dimostrare che anche il loro villaggio serve a qualcosa. La notizia che Mamma Yokum conosce gli ingredienti di una pozione magica capace di far diventare chi la beve forte e bello come un adone, crea in tutti la speranza che ci sia ancora una possibilità. Abner, il figlio degli Yokum viene invitato a Washington dal generale Bullmoose che, aiutato dalla sua piacente segretaria e da un ipnotizzatore, convince il giovane a cedergli la formula, convincendolo che sta rendendo un grande servigio al suo paese, mentre invece il perfido generale, vuole trarre un beneficio personale dalla preziosa scoperta. A Straccy City, intanto, è tornato l'ottimismo e si sta svolgendo la festa tradizionale in cui tutte le ragazze nubili partecipano ad una corsa e la vincitrice può ottenere di sposare l'uomo che ama. Poiché la corsa viene vinta dalla segretaria di Bullmoose che chiede di sposare Abner la giovane Daisy, da sempre innamorata di lui, decide di fare qualcosa per impedirglielo. Tanto più che il villaggio è fuori pericolo dato che la statua della piazza principale è stata dichiarata monumento nazionale.
  • Durata: 115'
  • Colore: C
  • Genere: COMMEDIA, MUSICALE
  • Specifiche tecniche: TECHNICOLOR
  • Tratto da: Personaggi di Al Capp
  • Produzione: NORMAN PANAMA E MELVIN FRANK PER PARAMOUNT PICTURES, TRIAD PRODUCTIONS
  • Distribuzione: PARAMOUNT (1960)

CRITICA

"Ispirato alle improbabili storie di un notissimo 'cartonist' e dei suoi personaggi, il film accentra i suoi motivi di interesse sugli accurati balletti, sul commento musicale e sulla scenografia. Piuttosto esile il racconto ed impersonale la regia e l'interpretazione." (Segnalazioni Cinematografiche, vol. 50, 1961)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy