Il vecchio che leggeva romanzi d'amore

The Old Man Who Read Love Stories

AUSTRALIA, OLANDA, FRANCIA, SPAGNA - 2001
Il vecchio che leggeva romanzi d'amore
In un remoto villaggio della regione amazzonica degli indios Suar, El Idilio, vive Antonio Josè Bolìvar, un sessantenne bianco che ha imparato dagli indios a conoscere la foresta e le sue leggi. Rispetta gli animali e le popolazioni indigene e ha imparato a cacciare il giaguaro meglio di qualunque altro bianco. Un bel giorno inizia a leggere con passione i libri che il dentista Rubicondo Loachamin gli porta per fargli trascorrere meglio le lunghe notti equatoriali della sua incipiente vecchiaia. Sono romanzi d'amore che raccontano l'amore vero, quello che fa soffrire. E così il vecchio riesce ad allontanarsi un po' dall'arroganza stupida degli stranieri che pensano di poter dominare la foresta perché vanno in giro armati fino ai denti. Condivide questa occupazione con una bellissima ragazza del luogo, cameriera e prostituta, di nome Josefina, e tra i due, grazie a questo interesse comune, nasce l'amore. Ma non tutto fila liscio e Antonio è costretto a partecipare a una battuta di caccia a una femmina di giaguaro che è disperata perchè le hanno ucciso i cuccioli. Durante la caccia Antonio ripercorre la sua vita e si riconcilia con il suo passato, così il confronto tra l'uomo e l'animale potrà essere definitivo.
  • Altri titoli:
    El viejo que leía novelas de amor
    Le vieux qui lisait des romans d'amour
  • Durata: 111'
  • Colore: C
  • Genere: DRAMMATICO, AVVENTURA
  • Specifiche tecniche: HAWK SCOPE, 35 MM (1:2.35)
  • Tratto da: romanzo omonimo di Luis Sepúlveda
  • Produzione: FILDEBROC, MAGNETIC HALL, ODUSSEIA FILMS, SOCIEDAD KINO VISION S.L., VERTIGO PRODUCTIONS PTY. LTD.
  • Distribuzione: FANDANGO (2002) - DVD: CECCHI GORI HOME VIDEO

CRITICA

"Piroetta poetica per Rolf de Heer, regista australiano abituato a tirare la corda delle proprie trame: l'idea ammalia, le fattucchiere (la letteratura e la prostituta) seducono, il romanticismo stride per eccesso". (Alessio Guzzano, 'City', 2 dicembre 2002)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy