Il tunnel dell'amore

The Tunnel of Love

USA - 1958
Elisa e Johnny Poole sono sposati da cinque anni e non avendo figli decidono di adottare un bambino. Per effettuare il loro proposito si rivolgono all'agenzia Rock-a-Bye. Questa invia a casa Poole un'ispettrice, incaricata di eseguire un controllo per accertare la moralità dei coniugi, la loro situazione economica, e rendersi conto se possiedono una sufficiente maturità psicologica. La funzionaria, cui è stato affidato il delicato incarico, è Estelle Novick, una giovane donna che, non avendo affatto l'aspetto di un'ispettrice, prima di rivelare lo scopo della visita, ha tutto il tempo di farsi un'idea sul signor Poole, un bizzarro disegnatore, e del suo amico e garante Dick Pepper. Quando Elisa si rende conto delle possibili conseguenze dell'atteggiamento poco serio dei due, sfoga il suo malumore col marito, e Johnny, punto sul vivo, decide, per la prima volta da quando è sposato, di uscire con una donna che non è sua moglie. La sua scelta cade proprio su Estelle, che non si mostra insensibile alle sue premure: al termine dell'avventura, Johnny si sveglia, solo, in una camera d'albergo. Che cosa è successo tra lui ed Estelle? Lui non lo ricorda, ma quando, dopo qualche mese, Estelle gli dice che aspetta un bambino e gli chiede mille dollari in prestito, tutte le sue più preoccupanti congetture sembrano trovare conferma. Da quel momento Johnny è in preda ad un segreto tormento e la situazione si aggrava quando l'agenzia gli manda il figlio adottivo, che gli somiglia in modo impressionante. Elisa, che sospetta qualcosa, decide di lasciare il marito. Ma l'arrivo di Estelle dissipa ogni sospetto ed equivoco: ella è sposata ed ha avuto un figlio da suo marito. Estelle ringrazia Johnny che le ha permesso di superare un momento difficile coi mille dollari, che ora gli restituisce: tra lei e Johnny c'è stata soltanto una fraterna simpatia. I coniugi Poole, lieti della rltrovata serenità, avranno presto un altro figlio.
  • Altri titoli:
    Père malgré lui
    Mi marido se divierte
    Babys auf Bestellung
  • Durata: 96'
  • Colore: B/N
  • Genere: COMMEDIA
  • Specifiche tecniche: 35 MM, PANAVISION, CINEMASCOPE
  • Tratto da: romanzo omonimo di Peter De Vries e dalla commedia omonima di Peter De Vries, Joseph Fields, Jerome Chodorov
  • Produzione: ARWIN PRODUCTIONS, FIELDS PRODUCTIONS INC.
  • Distribuzione: MGM

NOTE

- REVISIONE MINISTERO DICEMBRE 1998.

CRITICA

"Il film scorre agile, svolgendo una trama piena di equivoci e di trovate; ma certi argomenti delicati richiederebbero maggior discrezione e una mano più leggera. Alla comicità della situazione, venata talvolta di satira, corrispondono una recitazione aderente e una precisa regia." (Segnalazioni Cinematografiche, vol. 45, 1959)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy