IL SIGNORE A DOPPIO PETTO

ITALIA - 1941
Un filantropo, che si prodiga in forma quasi maniaca a lenire le vere o false sofferenze del prossimo - rimanendo quasi sempre vittima di furbi lestofanti - viene a scoprire che tale sua prodigalità deriva da una difettosa conformazione fisica del proprio cuore. Dopo aver incontrato una ragazza che sdegnosamente rifiuta ogni suo aiuto, decisa a trarsi d'impaccio con il proprio onesto lavoro, il filantropo, in seguito al trauma che ne riceve, guarisce della propria imperfezione cardiaca. Allontana allora da sé tutti i parassiti che lo sfruttavano, regola su di un piano umano ma oculato la propria beneficenza e chiede la mano della fanciulla che lo ha salvato.

CAST

CRITICA

"(...) Serigo Tofano e Vanna Vanni sotto la regia di Calzavara, fanno il possibile per realizzare gli spunti comici e sentimentali che l'esile soggetto comporta. Dovendo scegliere qualche scena del film che meriti la citazione, noi ci riferiremo senzaltro a quella pittoresca scuola, dove si insegna a sollecitare la pietà del filantropo. (...)". (Vice, "Il Giornale d'Italia" 5/9/1941).
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy