IL SEGRETO DELLA PIRAMIDE D'ORO

VIBES

USA - 1988
IL SEGRETO DELLA PIRAMIDE D'ORO
Un gruppetto di sensitivi segue un corso presso il dottor Silver. Tra loro sono Nick - che lavora presso un museo di storia naturale - e Sylvia, la quale è spesso in contatto con uno spiritello (Louise), di cui ha immensa fiducia. Per questo Harry Buscafusco offre un giorno alla ragazza 50.000 dollari, perchè gli ritrovi il figlio inesplicabilmente scomparso sulle montagne dell'Ecuador. Lei invoglia Nick all'impresa, date le rispettive qualità e il terzetto parte, ma Buscafusco tanto è simpatico, quanto imbroglione: non c'è nessun figlio smarritosi o rapito, egli punta solo ad avvalersi della coppia, per mettere le mani sul favoleggiato tesoro che un'arcaica tribù india ha nascosto, secondo la leggenda, fra picchi inaccessibili. Sulle piste dei tre si sono peraltro posti Ingo (sensitivo anche lui), il dottor Silver e un altro, interessato all'affare. Dopo varie avventure, Nick scopre la presunta camera dell'oro: si tratta infatti di una specie di piramide luminosissima, ben nascosta fra le rocce, e più esattamente di una sorgente di energia psichica. Ovviamente, chi la possiede e vi può attingere, riportandone come una scossa elettrica, ha tutto il potere del mondo, da utilizzare secondo il proprio arbitrio. Buscafusco muore pugnalato da Ingo, gli altri periranno o fulminati, o precipitando da picchi rocciosi. Si salva solo la coppia dei due sensitivi, che però scendono a valle ancora più uniti, decisi a non diventare i signori di quella energia e convinti che l'amore da loro scoperto l'un per l'altra sia migliore di qualsiasi fonte luminosa e carica di minacce per l'intera umanità.
  • Durata: 118'
  • Colore: C
  • Genere: AVVENTURA
  • Specifiche tecniche: PANORAMICA
  • Produzione: BLUM DEBORAH, TONY GANZ
  • Distribuzione: COLUMBIA TRI STAR FILMS ITALIA (1988) - COLUMBIA TRISTAR HOME VIDEO

CRITICA

Il film offre alla cantante Cyndi Lauper una buona occasione per far vedere che oltre a cantare sa anche recitare. (Teletutto) Sulla scia di "All'inseguimento della pietra verde" una storia parodistica di avventure esotiche (Ecuador) con risvolti di comicità demenziale (le migliori battute sono di P. Falk). Ritmo blando, poche invenzioni. (Laura e Morando Morandini, Telesette) Un parente povero di Indiana Jones con l'aggiunta di elementi paranormali: il risultato è, per l'appunto, povero di fantasia e di azione. Apprezzabile qualche variazione umoristica, ma non basta a giustificare il film. (Francesco Mininni, Magazine italiano tv)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy