Il sapròfita

ITALIA - 1973
Il sapròfita
Appena prima di essere consacrato sacerdote, Ercole lascia il seminario poiché in seguito a un trauma ha perso la capacità di parlare. Grazie a una raccomandazione del suo confessore, viene assunto dalla baronessa Bezzi come autista e infermiere personale del suo giovane figlio Parsifal, costretto sulla sedia a rotelle. Ben presto Ercole diventa l'amante della baronessa e la convince a mandarlo insieme a Parsifal a Lourdes, poiché ha saputo che a Tolosa c'è uno specialista che potrebbe guarirlo e fargli tornare la parola. In treno, però, i due conoscono una ragazza che si trova in viaggio con la nonna, e mentre il giovane barone ne se innamora, l'ex seminarista la seduce. Per Parsifal è un duro colpo e il ragazzo cercherà di reagire. Sarà proprio in quel momento, mentre compie l'atto più atroce della sua vita, che Ercole ritroverà la parola...
  • Altri titoli:
    Le profiteur
  • Durata: 100'
  • Colore: C
  • Genere: DRAMMATICO
  • Specifiche tecniche: PANORAMICA EASTMANCOLOR
  • Produzione: ROEL BOSS PER BELIAL FILM, LIFEGUARD PRODUCTION IN COPRODUZIONE CON NICHOLAS J. DE WIT
  • Distribuzione: REGIONALE - AVO FILM - DVD: NOCTURNO

NOTE

- ESTERNI IN PUGLIA E A LOURDES.

- FILM REALIZZATO CON IL CONTRIBUTO DEL MINISTERO DEL TURISMO E DELLO SPETTACOLO.

- LA REVISIONE MINISTERIALE DEL 26/07/2018 HA ELIMINATO IL DIVIETO DI VISIONE AI MINORI DI 18 ANNI.

CRITICA

"Sulla scia di Bellocchio ('I pugni in tasca') e di Samperi ('Grazie zia'), il regista ne rispolvera, con qualche anno di ritardo, gli atteggiamenti rancorosi e gli stimoli dissacratori. (...) Sotto sotto, nella vivacità polemica e persino nell'indulgenza alla volgarità, Nasca si rivela un moralista." (Domenico Meccoli, 'Epoca', 14 dicembre 1974)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy