Il pozzo delle tre verità

Le puits aux trois vérités

ITALIA, FRANCIA - 1960
Renée Plage, una ancor giovane e piacente antiquaria, conosce per caso Laurent Lénaud, un ambiguo e cinico ragazzo che vive di espedienti. Fra i due si intreccia un idillio, del tutto superficiale però, che verrà interrotto dall'improvviso arrivo di Danielle, la diciassettenne figlia di Renée. Laurent, in parte attratto dalle grazie della fanciulla ma soprattutto per vendicarsi di Renée che ha sempre opposto resistenza alle sue insolenti richieste, seduce Danielle che sarà poi costretto a sposare. Ha quindi inizio un'insopportabile vita a tre che diventa presto soffocante per la strafottenza ed il cinismo di Laurent, per l'amore caparbio di Danielle per suo marito ed anche per la gelosia nei confronti della madre che non riesce più a nascondere il suo attaccamento a Laurent. Questi, per sfuggire alla sua troppo tenera sposa e alla sua inquietante suocera, non trova di meglio che andarsene da casa ed unirsi ad una ballerinetta. Danielle non riesce a superare quest'ultimo oltraggio e si uccide. Ma la polizia in un primo momento crede trattarsi di un omicidio che Laurent vorrebbe commesso da Renée per gelosia, mentre quest'ultima accusa il genero di aver ucciso la fanciulla per riacquistare la libertà. Sarà solo ritrovando un diario di Danielle che la polizia riuscirà a far luce sull'unica verità.

CAST

CRITICA

"Il film è basato sull'esposizione delle tre versioni dei fatti, realizzata con tecnica originale ed interessante che provoca però a volte una certa frammentarietà nel racconto. I personaggi, ben curati psicologicamente, sono resi in modo eccellente dagli attenti e aderenti protagonisti. Buono il commento musicale." ('Segnalazioni cinematografiche', vol. 50, 1961)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy