IL PIANETA PROIBITO

FORBIDDEN PLANET

USA - 1956
Nell'anno 2000 la razza umana non è più politicamente divisa, ma è unita in un'unica federazione, mentre nuovi mezzi di trasporto a propulsione atomica rendono possibili i viaggi interplanetari. Un incrociatore spaziale, viaggiante alla velocità della luce, si dirige verso Altair-4: lo guida il comandante Adams, che ha al suo fianco il tenente Farman e il tenente Ostrow, medico di bordo. Vent'anni prima, una comitiva di esploratori terrestri si è diretta verso lo stesso pianeta; poichè nessuna notizia è mai pervenuta dagli audaci, la spedizione capeggiata da Adams si propone di fare ricerche e raccogliere gli eventuali sopravvissuti. Mentre l'incrociatore si avvicina ad Altair-4, una voce, dal pianeta, consiglia Adams di non atterrare; ma il comandante non ne tiene conto e l'incrociatore atterra felicemente. I viaggiatori sono un po' imbarazzati, non sapendo dove dirigersi, ma improvvisamente arriva un veicolo sotto il controllo del robot "Robby", che parla e risponde come un essere umano e conduce i viaggiatori dal dottor Morbius, che faceva parte della spedizione di vent'anni prima. L'incontro non è molto cordiale, malgrado la presenza di Altaira, una bella ragazza, che non ha mai avvicinato nessuno, all'infuori di suo padre, il dott. Morbius, e non conosce sentimenti umani: una grande tigre è la sua compagna ed amica. Allo scopo anche di spaventare gli ospiti non graditi, Morbius racconta loro che tutti gli altri membri della spedizione erano morti orribilmente e misteriosamente poco dopo aver messo piede sul pianeta: egli consiglia Adams di tornare sulla Terra. Quinn, il tecnico dell'incrociatore, viene trovato esanime: si accerta che è morto senza causa apparente. Morbius rivela di aver scoperto i segreti dei primi abitatori del pianeta; ma la morte viene ben presto a metter fine alla sua dominazione. Adams e i suoi compagni ritornano sulla Terra con Altaira, che l'amore ha umanizzato.

CAST

NOTE

- CANDIDATO ALL'OSCAR 1957 PER I MIGLIORI EFFETTI SPECIALI.
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy