IL PIACERE E L'AMORE

LA RONDE

FRANCIA - 1964
Una giovane passeggiatrice adesca un soldato dei dragoni il quale. dopo qualche giorno, seduce una cameriera. Questa non disdegna successivamente la corte del suo giovane padrone di casa, il quale a sua volta, intreccia un'avventura galante con una giovane signora. Ritrovatasi poi col marito, la signora finge addirittura d'ignorare cosa sia l'infedeltà coniugale I sani principi ostentati con la moglie non impediscono però all'uomo di condurre una ragazzetta nella saletta privata d'un equivoco ristorante. La ragazza, subito presa nel gioco dell'amore, non si sottrae al fascino di uno stravagante scrittore che la porta a casa sua con la promessa di farne una grande attrice. Dimenticata subito dopo la ragazzetta, lo scrittore tenterà di rinverdire un amore ormai finito, incontrandosi di nuovo con un'attrice che fu, anni prima la sua amante. L'attrice accetta di passare una notte con l'anziano amico ma il suo cuore è ormai del tutto preso da un giovane e nobile ufficiale il quale sta per partire per la guerra. E proprio la sera prima di partire per il fronte, l'ufficiale, dopo una notte di ebbrezza, si ritroverà nella stanza della giovane passeggiatrice che aveva iniziato questa storia .
  • Durata: 110'
  • Colore: C
  • Genere: COMMEDIA
  • Specifiche tecniche: FRANSCOPE EASTMANCOLOR
  • Tratto da: DA UNA COMMEDIA DI ARTHUR SCHNITZLER
  • Produzione: ROBERT E RAYMOND HAKIM, PARIS FILM PRODUCTION (PARIGI) INTEROPA (ROMA)
  • Distribuzione: CIDIF - DURIUM HOME VIDEO
  • Vietato 18

NOTE

ADATTAMENTI E DIALOGHI: JEAN ANOUILH.
DEC.: FRANCOIS DE LAMOTHE.
COSTUMI: MARC DOELNITZ.

CRITICA

Nonostante sia di pregio la ricostruzione ambientale e alcune caratterizzazioni siano indovinate rimane un brutto remake del capolavoro di Max Ophuls "La Ronde" (Il piacere e l'amore) del 1950.
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy