IL PAESE SENZA DIO

LE SORCIER DU CIEL

FRANCIA - 1948
Nel 1818, un giovane sacerdote, Jean Baptiste Marie Vianney è nominato curato d'Ars, piccolo villaggio della Francia, la cui popolazione è composta, in massima parte, di miscredenti e di anticlericali. Già al suo arrivo, il curato è accolto con ingiurie e dileggio; ma il giovane sacerdote non si lascia scoraggiare e pieno di cristiana pietà e di santo zelo, inizia il suo apostolato e persevera nell'adempimento della missione affidatagli, malgrado l'ostilità degli uomini e le tentazioni e gli assalti del demonio. I suoi più ostinati oppositori sono il maniscalco e l'oste del villaggio, entrambi consiglieri comunali. L'oste ha un figlio storpio ed attribuisce al potere malefico del curato la sventura, che l'ha colpito: quando il bimbo, per l'intervento del santo curato, riacquista l'uso delle gambe, il padre ritorna alla fede. Quanto più si diffonde la fama di Jean Marie, tanto più violenti diventano gli assalti del demonio: il curato cede e s'allontana da Ars, ma richiamato dal popolo, riprende la sua missione. Si succedono i miracoli e le conversioni: soltanto il maniscalco resiste ancora. Ma nel giorno del trapasso di Jean Marie, anche il maniscalco si converte; l'opera dell'umile curato d'Ars è compiuta.
  • Durata: 100'
  • Colore: B/N
  • Genere: BIOGRAFICO
  • Produzione: YDEX
  • Distribuzione: ASTRA 1950
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy