Il mio cane Skip

My Dog Skip

USA - 2000
Il mio cane Skip
In una cittadina del Mississippi, estate 1942. Quando compie nove anni, Willie riceve tanti regali ma l'ultimo è quello più gradito, un cagnolino che lui chiama Skip. Il padre Jack però pensa che sia ancora troppo presto e porta via l'animale. Willie cade in una profonda tristezza, dalla quale si risolleva solo quando la madre Helen riesce ad imporsi e a restituirglielo. Willie e Skip crescono da quel momento insieme, e la presenza del cane va di pari passo con i momenti importanti dell'adolescenza del ragazzo. Willie attribuisce a Skip il merito di riuscire ad avvicinare la ragazzina più carina del quartiere. Poi va a giocare nella squadra di baseball, ma qui le cose vanno peggio. Innervositosi, Willie picchia Skip, che scappa e resta chiuso in un magazzino. Viene ritrovato più tardi gravemente ferito, allora Willie va a trovarlo in ospedale e mentre gli parla, Skip dà segnali di risveglio. Gli anni passano ancora, Willie va ad Oxford a studiare. Skip invecchia nella casa del Mississippi.
  • Durata: 95'
  • Colore: C
  • Genere: DRAMMATICO
  • Tratto da: libro di Willie Morris
  • Produzione: ALCON ENTERTAINMENT
  • Distribuzione: WARNER BROS ITALIA (2000)

CRITICA

"Muniz, capace di esprimere una vasta gamma di emozioni con una naturale, non comune disinvoltura, mette in secondo piano il resto del cast, proprio cove Haley Joel Osment ne 'Il sesto senso'". ('Variety')

"Tratto dal romanzo autobiografico di Willie Morris ambientato nel 1942, il film affronta temi come la difficoltà di diventare adulti e la drammaticità della guerra. Il regista di estrazione pubblicitaria Jay Russell sottolinea la forza di sentimenti universali, senza tempo. Non a caso anche le ambientazioni sono state scelte con questo scopo". ('Ciak', settembre 2000)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy