Il mio amico Benito

ITALIA - 1962
Peppino Di Gennaro, semplice impiegato, aspira al posto di capo ufficio ma inutilmente. Un giorno un suo vecchio amico gli regala una foto del tempo della prima guerra mondiale dove lui è in trincea con Mussolini. Sfruttando tale prova, cerca ogni mezzo per farsi ricevere dal duce ed ottenere ciò che desidera, ma, perseguitato dall'Ovra, è preso per uno dei soliti maniaci. Quando un giorno, facendo la guardia a Palazzo Venezia, riesce ad entrare nella stanza del duce con la possibilità di parlargli, sente che dal balcone egli pronunzia il discorso sull'entrata in guerra dell'Italia. Nauseato, esce distruggendo la foto.

CAST

CRITICA

"E' stato evidentemente ispirato dal tedesco 'Nella morsa delle SS' (1960, regia di Robert Siodmak) che ha lo stesso spunto (si trattava però di un amico di scuola, un tal Adolfo...)." (Anonimo. "Nuovo Spettatore Cinematografico", 32, agosto 1962)

"Più che una vera e propria satira il film è una commedia umoristica quasi una farsa, poiché l'indovinato spunto centrale si disperde in tanti piccoli episodi che, pur rifacendosi alla situazione, sono troppo personalizzati a scapito dello studio di ambiente. Cosicché, anche il buon finale, che avrebbe potuto essere un significativo amaro epilogo di un film lineare nel suo svolgimento, resta un episodio isolato fra tanti. La regia è accurata, ma non riesce a dare molta vivacità alla vicenda, benché non manchino momenti divertenti specie per merito di De Filippo. Corretta l'interpretazione degli altri." ('Segnalazioni cinematografiche', vol.51, 1962)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy