IL MARTELLO MACCHIATO DI SANGUE

BLOOD AND IACE

GRAN BRETAGNA - 1971
Un ignoto uccide a martellate una prostituta e il suo ultimo "cliente", appiccando poi il fuoco alla casa. Mentre Calvin Carruthers, detective della contea in cui è avvenuto il delitto, si assume il compito di indagare su di esso, Ellie Masters, figlia unica della donna assassinata, viene fatta ricoverare, dall'assistente sociale Harold Mullins, nell'orfanotrofio della vedova Dorothy Deere. La donna, la cui mente è stata sconvolta dalla morte del marito e dalla fine della gioventù, ha fatto dell'istituto una prigione, dalla quale è vietato fuggire: tre ragazzi, che vi ci sono provati, sono finiti - uccisi da Tom Kledge, uomo di fatica della vedova - in una cella frigorifera, dalla quale la Deere li estrae soltanto - per esibirli di straforo nella sala della infermeria - durante le periodiche ma superficiali visite di controllo di Mullins. Quando, un giorno, costui decide di ispezionare seriamente l'istituto, Tom lo ammazza e lo rinchiude nel frigorifero, nel quale si trova già, ma viva, la Masters. Introdottosi da qualche tempo nell'orfanotrofio, appare allora un uomo dal volto orrendamente deturpato, che si getta su Tom e lo uccide. Contemporaneamente, una delle sue vittime spinge la Deere nel frigorifero. Riuscita a mettersi in salvo, Ellie viene però inseguita dallo sfregiato, che altri non è se non Calvin Carruthers, mascherato. Prima di scoprirsi, costui ottiene da Ellie la confessione, che ad uccidere la propria madre e il suo cliente era stata lei. A patto che la ragazza accetti di sposarlo, Calvin le promette l'impunità. Ma il matrimonio è impossibile, poiché Ellie scopre di essere figlia del detective.
  • Durata: 85'
  • Colore: C
  • Genere: GIALLO
  • Specifiche tecniche: GEVACOLOR
  • Produzione: CONTEMPORARY FILMAKERS CARLIN C
  • Distribuzione: REGIONALE 1973
  • Vietato 18
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy