Il giustiziere sfida la città

ITALIA - 1975
La banda Conti rapisce il figlio d'un ricco ingegnere lombardo e uccide un poliziotto privato che l'aveva smascherata. Per vendicare il fratello e liberare il ragazzo sequestrato, interviene un ex gangster, Rambo, divenuto servitore del tutto personale della giustizia. Rambo, usando come esca il cospicuo riscatto (due miliardi), mette la banda dei vecchio Paternò contro quella del Conti, sicché i due gruppi quasi si sterminano. Solo contro i superstiti spietati ed esasperati, conclude lo sterminio liberando il ragazzo. Il vecchio Paternò, ormai isolato e umiliato, si suicida, e Rambo riparte a cavallo della sua moto.
  • Durata: 95'
  • Colore: C
  • Genere: DRAMMATICO
  • Specifiche tecniche: CINESCOPE EASTMANCOLOR
  • Produzione: LUCIANO MARTINO PER DANIA MEDUSA
  • Distribuzione: MEDUSA

NOTE

-REVISIONE MINISTERO MARZO 1993

CRITICA

"Ottimamente diretto e interpretato, riecheggiando i luoghi comuni in tema di sequestri di persona e di giustizia privata, sui quali si regge il più recente "filone" del cinema nostrano, il film trova una sua originalità nel ritratto di un giustiziere che, alla maniera dei cavalieri antichi, cavalcando la moto e disdegnando denaro e pubblicità, si dedica alla difesa dei deboli (anche se danarosi) e degli oppressi." (Segnalazioni cinematografiche, vol.80, 1976)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy